Knowledge Base

Spedendo una mail verso Libero questa viene rifiutata con un messaggio di errore del tipo "Your reputation is too low". Come mai?
Ultimo aggiornamento: 12/07/2013

Questo articolo è indicato per chi spedisce posta direttamente dal proprio server MDaemon senza l'ausilio di uno smart-host.

Molti mail provider stanno introducendo come misura di sicurezza il controllo sulla zona inversa del DNS.
Ciò significa che per poter spedire mail verso questi domini sarà necessario richiedere, al provider che vi offre connettività, la configurazione della zona inversa per il vostro dominio.
Ovviamente andrà configurata, sia per il vostro dominio primario, che per tutti i domini secondari.

Come funziona la zona inversa del DNS?

Effettuando una semplice query DNS per il vostro record MX otterrete quanto segue:

dominio.it  mail.dominio.it. [Preference = 10]

mail.dominio.it  123.123.123.123

Un'interrogazione alla zona inversa verificherà a cosa corrisponde l'ip 123.123.123.123
Nel caso di una configurazione corretta la risposta sarà la seguente:

123.123.123.123 PTR record: mail.dominio.it.  [A=123.123.123.123]


Potete verificare la vostra situazione sul sito http://www.dnsstuff.com/ o http://www.robtex.com/

Nel caso non foste in possesso di un ip statico, oppure di una zona inversa correttamente configurata, è consigliabile spedire la posta utilizzando uno smart-host.
Trovate altre informazioni nel seguente documento tecnico:

http://www.achab.it/download/Mdaemon/doc/MDaemon_EvitareBlacklist.pdf


      TwitThis    LinkedIn    Facebook

Questo articolo ti è stato utile? Per niente Poco Molto Moltissimo
Facci conoscere il tuo parere e/o il tuo suggerimento circa altri argomenti che vorresti che approfondissimo in questa Knowledge Base:
Rispondi alla seguente domanda, così sapremo che sei proprio tu e non un computer a compilare la form:
Quanto fa 3 + 4 ?   

Serve aiuto?

Contatta l'assistente commerciale

Contatta il nostro operatore via emaillascia un messaggio

 
Il blog di MDaemon
Come aggiungere il tema Standard di WorldClient.
Continua a leggere