Soluzioni tecniche

4 motivi per abbandonare Windows 2003

24 Marzo 2015

Parto da lontano, ma almeno sono ragionevolmente certo che tu mi segua.

Cosa accomuna queste persone: Giorgio Gaber, Gianni Agnelli, Gregory Peck, Katharine Hepburn e Alberto Sordi?
Te lo dico io: l’anno della loro scomparsa, il 2003.

E lo sai che nel 2003 non c’era l’iPhone, non c’erano i Samsung Galaxy, e non era ancora nato Android?

Perché ti dico questo, ti starai chiedendo…

Fermati a riflettere su quanto è cambiata la tecnologia (e il mondo con lei) in questi dodici anni.

Sono sicuro che tu abbia cambiato PC, telefonino e forse anche automobile in questi anni.
Se i tuoi server e soprattutto il tuo business girano su Windows 2003, è arrivato il momento di cambiare.
 

Windows


Stai usando un "dinosauro informatico".
 
Il vero motivo per cambiare è che è cambiato il mondo e sono cambiate le tecnologie, e per poter lavorare meglio è necessario evolversi.
Ci sono però anche dei motivi di sicurezza per cui è ormai necessario lasciare Windows 2003 e andare su un sistema più moderno.

  1. Fine del supporto di Microsoft

Il 14 luglio 2015 Microsoft terminerà il supporto esteso a Windows 2003.
Detto in altri termini il sistema non solo non verrà più supportato, ma non verranno più nemmeno rilasciate patch di sicurezza.
Nemmeno quello gravi e urgenti.
Se continuerai a usare Windows 2003 (soprattutto su server pubblici) dopo luglio, sarà come lasciare l’automobile parcheggiata senza chiuderla, perché il tuo server sarà esposto a potenziali attacchi interni ed esterni come e più di prima, perché i malintenzionati sanno che Microsoft non tapperà più le falle.

  1. Cambiare di fretta ti fa spendere di più

È molto probabile che nuove periferiche e nuove versioni di software non funzioneranno più con Windows 2003 e quindi sarai costretto a cambiare, in fretta e furia, pagando ciò che ci sarà da pagare, senza poter valutare e pianificare con serenità le possibili opzioni.

  1. E l’antivirus?

Il produttore del tuo antivirus che garanzia ti può dare sulla sicurezza se usi il suo prodotto su un sistema non più protetto e aggiornato?

  1. Non trascurare il supporto

Troverai sempre meno professionisti disponibili a lavorare e risolvere problemi su un sistema operativo non più supportato dal produttore.


Il problema di non pianificare un aggiornamento per tempo è anche economico

Tenere ancora artificialmente in vita un server Windows 2003 alla lunga sarà antieconomico, ti farà spendere più soldi che cambiare sistema.
Non posso sapere io quali siano le soluzioni di migrazione e aggiornamento per il tuo business, ma c’è un elenco di passi che devi fare:

  • prendere atto che non potrai (non dovrai) più usare Windows 2003 Server;
  • farti consigliare da un consulente o una società esperta in tema di migrazioni sulle opzioni disponibili e sull’impatto che l’abbandono di questo sistema ha sui tuoi affari;
  • scegliere l’opzione che è migliore per il tuo business;
  • pianificare l’abbandono di Windows 2003;
  • mettere in azione il tuo piano. 
È giunto il momento di pensarci.
Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (2)

Ciao Claudio e tutti,
un altro elemento che spinge ad abbandonare Win2003 è il bug, non molto annunciato per la verità, per il quale quella versione di NTFS fa rallentare il sistema in verticale fino al limite della non usabilità, quando i file online superano i 120mila-150mila.
Neanche a dirlo, ho riscontrato questo problema con server di posta.
Migrando il sistema su Win2008, inclusa l’applicazione (MDaemon) secondo la semplice procedura raccomandata, il problema è scomparso.
http://stackoverflow.com/questions/197162/ntfs-performance-and-large-volumes-of-files-and-directories

Luca Sasdelli,

Grazie per la dritta Luca!

Claudio Panerai,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.