Cybersecurity

5 consigli di sicurezza mobile quando si usano 3/4G e LTE

17 Dicembre 2013

Smartphone e tablet sono sempre più diffusi. Di conseguenza, anche le tecnologie 3/4G e LTE.
Queste tecnologie da un lato migliorano notevolmente la connettività, dall'altro però alzano i livelli di rischio in termini di sicurezza.
Senza contare che spesso i dispositivi mobili non hanno installato un software di sicurezza.

Ecco 5 consigli per rendere sicuri i dispositivi mobili online


Sicurezza smartphone

  1. Proteggi il dispositivo dal phishing

Le tecnologie 3/4G e LTE permettono di avere una connessione Internet più veloce. Questo incoraggia gli utenti a fare shopping e banking online e pagamenti al di fuori della rete. I principali pericoli sono la possibilità che un account venga hackerato e il furto delle credenziali dell'utente. Il modo più semplice per proteggere il proprio dispositivo mobile è cambiare il server DNS del dispositivo con OpenDNS.

  1. Attenzione agli short URL nei social network

Gli short URL sono stati introdotti da Twitter per la necessità di brevità. Con questo tipo di URL non c'è modo di controllare visivamente gli indirizzi prima di cliccarli, aumentando quindi la probabilità di essere infettati da malware. Anche in questo caso consigliamo di cambiare il server DNS del dispositivo con OpenDNS.

  1. Le applicazioni sono pericolose

Una connessione più veloce permette di scaricare più applicazioni, ma è necessario stare attenti: il percorso principale utilizzato dal malware per infettare un dispositivo sono proprio le applicazioni. Scaricale sempre dagli store ufficiali (Play Store per Android e iOS App Store per iPhone).

  1. Controlla i file che scambi con i tuoi contatti

Una connessione più veloce rende più agile anche lo scambio di dati e incoraggia gli utenti a condividere più contenuti dai propri dispositivi mobili. Verifica sempre con un antivirus i file ricevuti dai tuoi contatti di messaggistica istantanea (WhatsApp, Skype…).

  1. Installa una soluzione di cancellazione remota

Nel caso in cui il dispositivo venga rubato o perso, è possibile utilizzare la funzionalità di cancellazione remota. Infatti, aver perso il dispositivo non significa necessariamente permettere ad altri di accedere ai dati che contiene…

Questi suggerimenti possono essere utilizzati anche durante l'utilizzo del dispositivo mobile tramite Wi-Fi.
Non dimenticare che l'accesso a Internet tramite un router può comportare ulteriori rischi.
Ecco altri suggerimenti per la sicurezza dei tuoi dispositivi mobili.

(Tratto da Avira TechBlog)

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.