Business

5 suggerimenti per proteggere i clienti e far decollare il tuo 2016

30 Dicembre 2015

Da un recente sondaggio di Spiceworks sono emersi risultati interessanti sullo stato dell’IT nelle aziende, sui timori, sulle aspettative e sulle prospettive.
Se hai un po’ di tempo da investire, puoi trovare il sondaggio completo a questo link.
 



Nello specifico, ho trovato un paio di dati particolarmente interessanti:

  • il 75% del campione intervistato ritiene che la propria azienda sia a rischio per via di problemi di sicurezza, errori umani ed errori degli strumenti IT;
  • il 60% ritiene che non stiano investendo a sufficienza sulla sicurezza.

La riflessione che mi viene da fare è questa: chi si occupa di IT ed eroga servizi IT ha una opportunità per il 2016.
 
Ecco in sintesi cosa potresti fare come fornitore di servizi IT lungimirante:

1) Informare ed “educare” i tuoi clienti
I clienti non sano nulla di cryptovirus, cifratura, algoritmi , ecc.
Possono sono essere preoccupati leggendo un titolo di giornale o qualche blog. Uno dei migliori investimenti che puoi fare è “formare e informare” i tuoi clienti sui rischi, sulle opportunità e sulle possibilità di mitigare questi rischi.

2) Accompagnare i tuoi clienti nelle scelte
Avere un fornitore fidato, un consigliere (advisor) che li guidi a fare le scelte giuste è quello che vogliono i clienti.
Sai perché non vogliono spendere? Perché hanno paura di fare la spesa sbagliata. Se davvero non potessero spendere non potrebbero nemmeno permettersi il nuovo iPhone 6.
Quali sono i dati che il tuo cliente deve proteggere? Da quali rischi si deve difendere?
Aiutalo con onestà e competenza a fare questo tipo di ragionamenti per scegliere la soluzione che risponde alle sue esigenze.

3) Spingere le soluzioni di disaster recovery
Le soluzioni di disaster recovery hanno letteralmente invaso il mercato: fai in modo di offrire una soluzione di cloud ibrido, ossia che consenta di ripartire velocemente in caso di problema locale ma che consenta ai tuoi clienti di sopravvivere in caso di disastro che rende inagibile la sede locale.

4) Verificare l’efficacia delle tue soluzioni
Offri soluzioni di antivirus e sicurezza? Di filtraggio contenuti? Di disaster recovery?
Bene: illustra ai tuoi clienti come funzionano, testa le tue soluzioni, fai toccare con mano l’efficacia sul campo di ciò che stai facendo o offrendo.
Dai loro dei numeri che facciano capire perché stanno spendendo bene i loro soldi.

5) Offrire servizi specialistici e oltre le aspettative
Per prosperare nel 2016 dovrai offrire servizi e prodotti di altissimo livello e superare le aspettative dei clienti. Dovrai trasformarti da fornitore a pedina indispensabile della sua attività.
Andare oltre le aspettative vuol dire che se vendi 10, poi dai 100.
Questo non vuol dire abbassare i prezzi e regalare tutto, ma proprio il contrario. Il valore che i tuoi clienti devono percepire dai tuoi servizi deve essere così elevato che il prezzo non sarà l’unico o il principale motivo di scelta.
 
Le cose da fare sono tante e le risorse sono poche, ma se vuoi accaparrarti i clienti e tenerli stretti, devi lavorare meglio dei tuoi concorrenti.
 
 

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.