La presenza di MS SQL server è pervasiva, in quasi tutte le realtà, grandi e piccole, c’è un SQL server che tiene in pancia i dati dell’azienda.
Potrebbe essere un software scritto ad hoc oppure un gestionale commerciale, ma non si scappa: i dati sono in un database SQL server.
 

Allora questi dati vanno salvati. E questo lo sanno tutti, sia gli sviluppatori di software sia i tecnici che installano i gestionali.
Quando vengono installate nuove applicazioni all’interno di un’azienda o di uno studio professionale, quello che normalmente avviene è questo:

“Ecco, l’installazione è finita. Avete già un sistema di backup per i salvataggi?”
“Si, no, non lo so, sono i tecnici di un’altra società che ci seguono queste cose, chiederemo a loro”.
“Eh no, i dati di questo software sono troppo importanti, non possiamo aspettare. Facciamo che vi imposto il backup dentro a SQL server, tanto è free e lo fa da solo.

 
Il tecnico entra in SQL Server e imposta il backup e se ne va.
Il tecnico ha fatto il suo lavoro.
L’azienda è convinta che i suoi dati siano al sicuro.
 
Ma non è sempre così, anzi poche volte con questa tecnica i dati sono al sicuro.
Perché dico così? Per una serie di motivi:
  • chi avvisa chi in caso di problemi con il backup?
  • Chi stabilisce la frequenza con cui effettuare il salvataggio?
  • Se il sistema di backup di SQL server si ferma lo viene a sapere qualcuno?
  • Come sapere a quando risale l’ultimo backup?
 
Il motore automatico di backup di SQL server è un’ottima cosa, ma “da solo”, se non inserito in un sistema più completo di backup, serve a poco.
Ossia quello che mancherebbe al backup di SQL server è una “cornice” che inserisca i database all’interno di una strategia più completa di salvataggio dati.
Se inserisci il backup di SQL server in un software di backup professionale ottieni una serie di vantaggi:
  • risparmi tempo e guadagni in efficienza utilizzando un solo strumento per il backup sia dei dati sia dei database.
  • Minimizzi i danni perché sai con precisione a quando risale l’ultimo salvataggio perché all’interno dei report compare anche una voce per SQL server.
  • Notifiche e alert unificati per il salvataggio di dati e di database ti aiuteranno a minimizzare la complessità di gestione.
Una valida soluzione può essere quindi SQL Continuous Add-on di BackupAssist l’estensione di BackupAssist che permette di proteggere e salvare i tuoi database SQL Server.
Con questa soluzione puoi salvare e ripristinare sia singoli database sia un intero server equipaggiato con Microsoft SQL. Senza competenze tecniche specifiche su SQL Server puoi salvare un numero illimitato di database locali o remoti semplicemente specificandoli durante la creazione di un normale job di backup.

Per saperne di più, visita la pagina dedicata a SQL Continuous Add-on di BackupAssist!

Vuoi saperne di più su BackupAssisst? Vai alla pagina prodotto e scarica la versione di prova gratuita.

Prova BackupAssist
 

Condividi sui Social Network