Ransomware Day Iscriviti ora

Informazioni
Agenda
Relatori
Location

Che cos’è

Ransomware Day è l’evento organizzato da Achab interamente dedicato al ransomware: aspetti tecnici e legali, prevenzione, fattore umano e vie d’uscita.

Una giornata per fare il punto della situazione sul ransomware, la piaga informatica degli ultimi tre anni la cui diffusione non accenna a diminuire.

L’agenda è ormai definitiva e nel corso dell’evento non mancheranno:
 
  • numeri, informazioni e best practice;
  • testimonianze di chi "ha messo le mani dentro";
  • networking e interazione con chi fa il tuo stesso mestiere.


Perché partecipare

Al termine della giornata avrai:

  • appreso le ultime modalità di diffusione del ransowmare;
  • ascoltato la testimonianza di chi ha pagato il riscatto (la cosa non è facile come si potrebbe pensare);
  • capito le implicazioni legali del ransomware e del pagamento del riscatto;
  • una checklist di best practice per la prevenzione;
  • recepito l’importanza del fattore umano;
  • imparato a calcolare il costo di un "down" dovuto a un ransomware e capito come ripartire velocemente.

… e durante le sessioni puoi fare domande in diretta ai relatori che si alterneranno sul palco.


Quando e dove

4 aprile 2017

presso Hotel Michelangelo
Piazza Luigi di Savoia, 6
Milano
Sito Web della location - Mappa


Iscrizioni

La quota d’iscrizione al Ransomware Day è di 20,00 € + IVA.

La quota di iscrizione comprende: welcome coffe, light lunch, materiale e documentazione illustrata durante gli speech.


Termini e condizioni

Achab, per mezzo di collaboratori, fotografi e cineoperatori, eseguirà foto e/o riprese video.

Achab si riserva il diritto di modificare e utilizzare il materiale prodotto nelle attività di marketing e comunicazione per il naturale svolgimento del proprio business.
Partecipando all'evento, riconosci e accetti che Achab utilizzi foto e video come indicato al paragrafo precedente.

Per qualsiasi dubbio o domanda, non esitare a scriverci all’indirizzo email marketing@achab.it. Ti risponderemo al più presto.

Martedì 4 aprile

9.30 - 10.00 Registrazione partecipanti

10.00 - 10.15 Benvenuto
Andrea Veca, CEO di Achab

10.15 - 10.30 Introduzione alla giornata
Marco Lorusso, Direttore responsabile di Digital4Trade

10.30 - 11.15 Stato dell’arte del ransomware
Claudio Tosi, System Engineer di Webroot

Antivirus lenti ad aggiornarsi, sistemi bucati perché l’antivirus non ce la fa, CryptoVirus sempre più bestiali: come se ne esce?
Claudio Tosi analizza il funzionamento dei virus e del malware di oggi, perché l’antivirus tradizionale non è efficace come dovrebbe e cosa offre il mercato per reagire ai virus moderni.

11.15 - 12.00 Riscatto sì, riscatto no
Emanuele Briganti, CIO e CTO di PC System

Le domande e i dubbi sul pagamento del riscatto sono tanti: dove e come si cambiano i bitcoin? E’ il caso di usare una carta di credito aziendale o personale? Come usare un browser "tor"? Come dimostrare la propria identità a chi ci chiede il riscatto? E infine il dubbio cosmico: arriverà mai il decryptor?
La situazione talvolta è tragicomica come l’esperienza che racconteremo.

12.00 - 12.45 Implicazioni tecniche e giuridiche dei ransomware e del pagamento del riscatto
Paolo Dal Checco, Contract Professor presso Università degli Studi di Torino – Co-fondatore Digital Forensics Bureau

L’intervento mostrerà in un’ottica tecnico/giuridica alcune problematiche legate ai ransomware e al pagamento del riscatto, contemplando i rischi tecnici e legali cui incorrono le parti in causa, anche per via di aspetti spesso sottovalutati.
Tramite lo studio di alcuni casi reali, verranno affrontate le questioni che rendono il pagamento del riscatto una pratica delicata che rischia talvolta di rappresentare non la soluzione ma il problema, se non per la vittima, per gli altri attori coinvolti nell’operazione.
Durante l’intervento troveranno risposta domande circa le modalità con le quali avvengono i pagamenti in bitcoin, la tracciabilità degli stessi, le possibili indagini nelle quali si può essere coinvolti e i risultati talvolta inaspettati cui sono andati incontro coloro che hanno deciso di pagare.


12.45 - 14.15 Light lunch, networking e desk di approfondimento


14.15 - 15.00 Best practices di prevenzione
Claudio Panerai, CTO di Achab

Un buon antivirus è necessario, il firewall pure. Ma come ridurre al minimo la superficie d’attacco? A parte le misure di sicurezza minime e ovvie, come evitare di essere colpiti dal ransomware?
In questo intervento si passano in rassegna le molte forme di protezione che, se messe in opera insieme, possono davvero contribuire a ridurre al minimo il rischio di infezione da ransomware.

15.00 - 15.45 Il fattore umano
Paolo Sardena, Co-fondatore e COO di INTUITY

La quasi totalità del Ransomware è veicolata attraverso mail di phishing. Il phishing è un attacco rivolto alle persone: il phishing è Social Engineering.
Una prevenzione efficace nei confronti del fenomeno phishing, e di conseguenza del “ransomware”, non può prescindere dall’educazione delle persone.
Fornire a tutti la giusta consapevolezza del problema e le informazioni per riconoscerlo può trasformare il ruolo dell’utente: da essere vulnerabile a elemento di difesa.

15.45 - 16.30 Vincitore o vittima? La scelta è nelle tue mani. Sempre
Andrea Monguzzi, Blogger e titolare di Flexxa S.r.l.

Tra prima e dopo un disastro si estende una landa desolata, una terra di nessuno.
In quel territorio senza legge si gioca la partita più importante il cui esito determina la sopravvivenza o l’estinzione.
Una corretta e preventiva pianificazione delle mosse è indispensabile per poter trionfare.
Puoi essere tu a decidere se chiudere i giochi da vincitore o da vittima, ma è una scelta che non puoi rimandare a domani.
 

16.30 - 17.00 Conclusioni, networking e desk di approfondimento

I relatori protagonisti del Ransomware Day

 
Emanuele Briganti
Emanuele Briganti
CIO e CTO di PC System

I percorso professionale di Emanuele Briganti è espressione di alcuni dei suoi punti di forza: curiosità per l’innovazione, le tecnologie ed il loro impiego nella soluzione dei problemi, capacità di ascolto, empatia, visione e approccio strategico.

Emanuele Briganti incontra il mondo dell’ICT al termine del percorso universitario: mentre finisce ingegneria elettronica, lavora in un “avveniristico” - per allora - datacenter: lo scherzo di un hacker lo ha spinto a conoscere i sistemi di sicurezza e le loro potenzialità, diventandone esperto. Nel giro di pochi anni, diventa ICT Security Manager di un’azienda di servizi ICT e poi in altre aziende si evolve e diventa prima CIO e CTO poi. 

Emanuele Briganti fornisce alle aziende un’ampia e critica panoramica sulle principali tecnologie e soluzioni applicative, con particolare riferimento agli scenari tecnologici emergenti. Oltre ai classici obiettivi di scouting tecnologico a servizio della direzione, si occupa di progettazione e implementazione di modelli managed services.


 
Paolo Dal Checco
Paolo Dal Checco
Contract Professor presso l’Università degli Studi di Torino – Co-fondatore di Digital Forensics Bureau

Paolo Dal Checco svolge attività di Perizia Informatica in ambito forense collaborando con Procure, Tribunali e Forze dell’Ordine oltre che con aziende, privati e Avvocati.
Dopo aver conseguito il Dottorato di Ricerca in Informatica e lavorato per alcuni anni allo sviluppo di soluzioni legate alla cifratura di dati e comunicazioni, ha fondato insieme al Dott. Dezzani lo Studio di Consulenza Informatica Forense “Digital Forensics Bureau” di Torino.

Professore a Contratto del corso di Sicurezza Informatica per l’Università degli Studi di Torino, nel C.d.L. in Scienze Strategiche, socio IISFA, CLUSIT, AIP e Tech & Law è tra i fondatori dell'Osservatori Nazionale per l'Informatica Forense ONIF e dell'Associazione senza fini di lucro DEFT, che sviluppa gratuitamente la piattaforma DEFT Linux e DART per acquisizioni e analisi forensi.
Specializzato in computer, mobile e network forensics, estende la sua attività anche su attività di OSINT, audio e video forensics.

Da alcuni anni s’interessa d’indagini sui ransomware, trojan, captatori e degli aspetti tecnici e investigativi legati a tracciamento e deanonimizzazione di indirizzi e transazioni sul protocollo Bitcoin, contribuendo ad attività di formazione per Forze dell’Ordine e supporto all’Autorità Giudiziaria.


 
Andrea Monguzzi
Andrea Monguzzi
Blogger e titolare di Flexxa S.r.l.

Consulente informatico e sistemista, da oltre 15 anni segue un centinaio di aziende di diverse dimensioni, prevalentemente nel territorio di Verbania e della provincia del Verbano Cusio Ossola.

Andrea Monguzzi è specializzato su piattaforme Microsoft per la piccola e media impresa e ha conseguito la seguenti certificazioni: Microsoft Certified Professional e Microsoft Certified Technology Specialist. Ha inoltre la qualifica di Microsoft Small Business Specialist.
I sistemi su cui lavora sono Microsoft Windows Server e Microsoft Exchange Server.

Quando stacca le mani dal computer ama utilizzarle per cucinare e per praticare il tiro a segno agonistico con pistola ad aria compressa a 10 metri.


 
Paolo Sardena
Paolo Sardena
Co-fondatore e COO di INTUITY

Paolo Sardena inizia la sua avventura nel mondo dell’informatica il giorno della sua cresima, quando ha ricevuto, insieme a un Commodore 128, un manuale su un linguaggio di programmazione.

Per non deludere i genitori che per lui volevano “il posto fisso”, si è iscritto a ragioneria, specializzazione Programmatore.
Da lì un susseguirsi di corsi e certificazioni, tra cui quella di MCSE, che gli hanno aperto il mondo dell’informatica “seria”.

Dopo un’esperienza presso un system integrator, in cui scopre il mondo della sicurezza informatica, entra in Internet Security System, azienda leader nella sicurezza, in particolare degli IPS.

Gli anni a seguire sono caratterizzati da spostamenti geografici e un’evoluzione di ruoli: dal tecnico alla prevendita, dal marketing al business development, tutti ricoperti sempre con lo stesso approccio critico verso il modo in cui le cose vengono fatte e proposte.

Tutto cambia dopo un costruttivo brainstorming con alcuni amici, ora suoi soci, che ha fatto nascere l’idea: INTUITY.


 
Claudio Tosi
Claudio Tosi
System Engineer di Webroot

Nel settore della sicurezza IT da oltre 15 anni, Claudio Tosi vanta una decennale esperienza nell’ideare e strutturare grandi progetti; ha specializzazioni verticali nel settore militare e della difesa, farmaceutico e nella programmazione dei PLC.

Le competenze di Tosi spaziano dalla virtualizzazione alle infrastrutture, dai sistemi al networking fino alla sicurezza, inclusa quella degli endpoint. E proprio su questo aspetto Tosi ha concentrato la propria professionalità negli ultimi due anni, specializzandosi nell’identificazione avanzata delle minacce e nella protezione degli endpoint.

Attualmente è System Engineer Technical Account Manager per Webroot.


 
Marco Maria Lorusso
Marco Maria Lorusso
Direttore responsabile di Digital4Trade

Giornalista, da luglio 2013 è Direttore Responsabile di Digital4Trade, piattaforma di comunicazione multimediale (Carta, Video, Web, Eventi, Lead Generation, Consulenza) dedicata al mondo del Canale ICT e a tutti coloro hanno il compito di portare l’innovazione nelle imprese italiane.

Inizia a scrivere di cronaca per Il Giorno e diversi settimanali locali a 17 anni. Debutta nel 2000 nel mondo ICT prima come collaboratore e poi come caporedattore di alcune riviste storiche del settore come Top Trade Informatica, Linea EDP. Collabora negli anni con Espansione, Il Sole 24 Ore, Applicando, La Repubblica. Dal 2011 al 2013 partecipa al lancio e allo sviluppo del progetto Digitalic.

Pugile mancato, una passione insana per Dylan Dog, Quentin Tarantino, la pastiera napoletana e ogni singolo numero legato al calcio, lo trovate su twitter: @MarcoLorux.


 
Claudio Panerai
Claudio Panerai
CTO di Achab

Nato a Ivrea nel 1969, Claudio Panerai è CTO di Achab.
Panerai inizia la sua carriera professionale come consulente aziendale occupandosi anche di corsi di formazione. In seguito, assume il ruolo di responsabile IT per la filiale italiana di IDG Communications. Nel 2004 entra in Achab, dove inizialmente ricopre il ruolo di responsabile del supporto tecnico e, successivamente, di direttore tecnico.

Panerai è giornalista professionista dal 1992, specializzato in temi IT, una passione e specializzazione che lo rendono una figura fondamentale per il team Achab. Insieme all’amministratore delegato Andrea Veca, si occupa di selezionare le migliori tecnologie internazionali per il mercato italiano.

Claudio Panerai è laureato in Scienze dell’informazione.


 
Andrea Veca
Andrea Veca
CEO di Achab

Nato a Milano nel 1967, Andrea Veca è fondatore e amministratore delegato di Achab.  Inizia la sua carriera professionale come consulente presso la società di ingegneria Austroconsult di Vienna e, successivamente, si occupa di sicurezza dell’informazione per lo Stato Maggiore Marina.

Nel 1994 fonda Achab, dove svolge all’inizio un ruolo tecnico per diventarne più tardi amministratore delegato. Dal 2007 al 2009 è stato amministratore delegato di CiDica S.p.A.
Oggi è alla guida di Achab, gestendo il team che seleziona le migliori tecnologie internazionali da portare sul mercato italiano. Andrea Veca contribuisce inoltre attivamente a RadioAchab con un podcast per condividere le competenze maturate negli anni e la sua passione per la tecnologia con tutti i professionisti del settore.

Andrea Veca ha conseguito una laurea in Ingegneria Elettronica presso il politecnico di Milano e un master in Network Systems presso il centro Cefriel.

Hotel Michelangelo

Ransomware Day si svolgerà presso:

Hotel Michelangelo


Piazza Luigi di Savoia, 6
Milano

Sito Web della location - Mappa


Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Condividi su Facebook