Cybersecurity

Automobili con airbag difettosi e l’antivirus

12 Marzo 2015

È notizia quasi quotidiana che qualche produttore di automobili richiami alcune delle proprie vetture per dei problemi di produzione, messa a punto o software che governa tutte le funzioni della macchina.

Che Toyota, Honda e Chrysler debbano richiamare oltre due milioni di vetture per un problema all’airbag è una notizia abbastanza fresca, del 2015.
 

La notizia
 
Può succedere che ci sia un difetto, meno male che il produttore richiama le vetture e le mette a posto, dirai tu.
Vero, ci sono difetti ovunque, bisogna però essere pronti se capitano a noi.
In particolare in questa occasione l’airbag, ossia la cosa che dovrebbe proteggere, può causare un danno perché si può aprire in movimento.
Dovrebbe proteggerti e può succedere che non lo faccia, quindi.


Cosa c'entra tutto questo con il software e con l'antivirus?

Te lo spiego subito.
Webroot è un sistema antivirus e di protezione di identità online fortissimo, sempre aggiornato e super agguerrito contro le nuove minacce che ogni giorno si affacciano sui nostri computer.

Tuttavia, non ci può mai essere la garanzia al 100% dell’efficacia di un sistema di protezione.
Come nel caso delle automobili ci sarà stato qualcuno che ha sperimentato il malfunzionamento dell’airbag, così nel caso dell’antivirus ci sarà qualcuno che ogni tanto qualcosa se lo becca. Anche se è l’antivirus più all’avanguardia di tutti.

Morale della storia?

Il fatto che tu abbia il miglior antivirus di tutti non ti dà alcuna garanzia al 100% di essere immune da problemi.
Averlo è cosa buona e giusta, anzi è tuo dovere proteggere te, la tua azienda e i tuoi clienti con un antivirus eccellente come Webroot…
Tuttavia devi essere anche consapevole che i problemi possono sempre presentarsi e quindi nella tua strategia devi essere pronto a intervenire nel caso in cui qualcosa non vada per il verso giusto, come insegnano Toyota, Honda e Chrysler.

Quello che devi fare è prendere delle buone abitudini e metterle in pratica sempre. Ecco quali sono:
 

  • sottoporre regolarmente a backup tutti i dati importanti;
  • averne una copia (replica) in un luogo diverso da dove risiedono;
  • installare regolarmente gli aggiornamenti di Windows;
  • tenere aggiornati Flash, Java, Adobe e tutti gli altri software che usi;
  • implementare strategie (e software) di filtro della navigazione o di blocco dei siti se gli utenti vanno sempre su internet;*
  • aprire e utilizzare condivisioni di rete solo per gli utenti necessari e tenere le condivisioni solo per il tempo necessario;
  • configurare le postazioni di lavoro affinché gli utenti abbiano privilegi utente e non gli stessi diritti di amministratore (così eventuali virus possono fare danni limitati);
  • non smettere mai di informare gli utenti e invitarli alla prudenza:

    • non aprire allegati;
    • rivolgersi ai responsabili IT per casi sospetti.

*Se vuoi sapere come proteggere le postazioni di lavoro durante la navigazione ti consiglio questo video in cui Francesco Del Chiaro spiega come fa nella sua azienda.
Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.