Soluzioni tecniche

Come montare partizioni ext2 o ext3 di Linux su Windows

28 Dicembre 2011

È sempre più frequente trovare macchine dual boot con partizioni Windows (NTFS) e Linux (ext3 o ext2).
Linux ha driver che leggono anche le partizioni Windows, ma Microsoft non è così universale.
Quindi, se ci capita di aver bisogno in Windows di un file archiviato sulla partizione Linux, la prassi è riavviare e copiare il file da Linux.

Ma è davvero l’unica soluzione?

Da tempo è disponibile per Windows un driver che permette il montaggio di partizioni ext2 e compatibili (in particolare ext3) su Windows, come se fossero partizioni native.
Questo driver di nome Ext2 IFS For Windows è liberamente scaricabile e di facilissima installazione.
Durante il setup, il driver riconosce automaticamente le partizioni Linux e chiede su che lettera le si voglia montare.

Driver Ext2 IFS For Windows
 
Tutto qui. Le partizioni saranno disponibili per l’esplorazione, senza bisogno di riavvii.
L’unica scelta aggiuntiva che è possibile effettuare riguarda la modalità di accesso al disco. L’impostazione predefinita supporta lettura e scrittura: per essere più sicuri di non modificare la partizione Linux, possiamo selezionare il supporto in sola lettura.


Il driver al momento supporta file system ext2 e ext3 (non ancora ext4), ed è compatibile con le versioni di Windows fino a Vista/2008.
In Seven, può essere installato in modalità di compatibilità, con le seguenti impostazioni: 

Driver Ext2 IFS For Windows

Questo driver può tornare utile anche per montare dischi virtuali ext2/ext3 di VMware in Windows, secondo la procedura  descritta da Claudio Panerai in questo articolo: basta avere l’accortezza di selezionare il flag Assign drive letter automatically upon plugging in a device the first time, durante l’installazione.

Hai mai avuto la necessità di montare partizioni ext2 o ext3 di Linux su Windows? Raccontaci come hai fatto.
 

 
Autore
Furio Borsi
Si appassiona al mondo digitale fin da bambino, con il glorioso Commodore 64, sul quale si diverte a scrivere semplici programmi in Basic e modificare giochi. Nel 1990 riceve in regalo il suo primo PC (i386), seguito un paio d'anni dopo da un i486dx. In questi anni affina le sue attitudini al problem solving, scassando hardware e software e divertendosi a rimetterlo a posto. ;) Diventa così "quello che se ne capisce" per i suoi familiari e amici, arrivando a collaborare con alcuni studi professionali per la gestione del parco macchine e dei server Windows. Finito il liceo, studia DAMS con indirizzo multimediale a Bologna e Imperia. Nel 2002, dopo un anno sabbatico a Londra, lavora come sviluppatore junior in un'azienda che produce software per database territoriali in ambito Pubblica Amministrazione. In questo periodo si avvicina con passione a problematiche sistemistiche e di network management su reti estese. Nel 2007 entra a far parte dello staff di Achab, per cui si occupa di formazione e supporto, in particolare riguardo a Kaseya, e gestione del parco macchine e della rete.
Commenti (0)
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti