Business

Cosa fare con i vecchi server

25 Luglio 2013

Quando un server ancora funzionante diventa obsoleto, cosa fai?
Lo abbiamo chiesto ai nostri rivenditori.


Che fare se in azienda c'è un server ancora funzionante ma obsoleto?


L'11% dei partecipanti al sondaggio butta via il server quando diventa vecchio.
Inutile tenere un oggetto se non serve più.
Eroici, innanzi tutto perché prendere una decisione non è mai facile, soprattutto di questi tempi; poi perché bisogna applicare tutte le procedure per la cancellazione permanente dei dischi e infine smaltire il server, procedura piuttosto complessa.
Mauro per esempio afferma che, se una macchina è lenta e ha potenziali problemi hardware, bisogna sbarazzarsene.
Io sono diventato, col tempo, un "buttatore professionista". Più per ordine mentale che per altro.
Se una cosa non serve, deve uscire dalla mia mente in maniera definitiva e non deve rientrarci nemmeno quando sono in coda in tangenziale.

Chi invece crede nella possibilità di recupero e riciclo è un gruppo che preferisce vendere (11%) o regalare (7%).
Chi dovrebbe essere interessato a un server obsoleto?
Jimmy e Jacopo rispondono che chi ha un server ancora più vecchio è ben contento di ricevere un server "nuovo".
Inoltre alcune aziende non possono spendere, per cui campano con gli avanzi degli altri.

Come era ipotizzabile, nella maggior parte dei casi (un bel 39%) il server obsoleto finisce in magazzino.
Ad ammuffire, dico io.
Perché la quasi totalità di chi lo lascia in magazzino pensa: "Non si sa mai, potrebbe servire…".
Antonio afferma che i server finiscono in magazzino per pigrizia.
Io in precedenza appartenevo a questa categoria, ma mi ritrovavo regolarmente con magazzini strapieni di ferro da buttare. Poi passavo ore e giorni a svuotarli e l’amministrazione doveva verificare il valore dei cespiti, fare i documenti di trasporto e mi chiedeva come mai non si potessero fare un po' per volta questi lavori…
Oscar ha un suo metodo: il server finisce in magazzino per novanta giorni. Se poi non si trova altra collocazione, lo si butta via.

Un buon 32% di irriducibili spreme i server fino alla fine.
Ha senso però usare un server che non ha più garanzia e non è più performante come dovrebbe?
Non è più costoso che comprare un server nuovo?
Sì, se è un server utilizzato per attività vitali e critiche, ma i nostri sondaggisti ci segnalano diversi altri modi di utilizzarlo.
Roberto ricicla i server per i backup dei dati, Emilio li usa per test e sviluppo e Salvatore per servizi specifici come i firewall perimetrali.

E tu, in quale gruppo ti ritrovi?

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (8)
Iscriviti
Notificami
guest
8 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Stefano
Stefano
52 anni fa

…ci installo un bel linux file server o mail server con zimbra

Claudio Panerai
Claudio Panerai
52 anni fa

Sicuro, Stefano, questa è una delle possibilità.
Linux infatti permette di far andare "veloce" anche un server "lento".
Pero’ in generale non risolve il problema di componenti vecchi, obsoleti, fuori garanzia o peggio fuori produzione.

Alessandro  Depetro
Alessandro Depetro
52 anni fa

Sfrutto i componenti obsoleti per creazioni artistiche di vario tipo.

Claudio Panerai
Claudio Panerai
52 anni fa

Bell’idea, Alessandro!

Tommaso Bartoli
Tommaso Bartoli
52 anni fa

Un server vecchio ha costi nascosti non da poco…
Vecchi dischi, vecchie cpu, vecchi alimentatori insomma vecchie componenti molto più avide di corrente elettrica rispetto alle controparti più moderne.
Alla fine dell’anno riciclare molti vecchi server può costare molto più che smaltirli e prenderne qualcuno nuovo, magari virtualizzando qualcosa e buttando in cloud il resto.

Claudio Panerai
Claudio Panerai
52 anni fa

Ciao Tommaso, vedo che siamo d’accordo!

Giuseppe Campo
Giuseppe Campo
52 anni fa

Se un’azienda acquista un server, acquista dei cespiti (qualcuno mi corregga se sbaglio) e prende quindi in carico un dispositivo; in caso di controlli ha la regolare fattura d’acquisto e la presenza del server in azienda.

Per sbarazzarsene invece, come giustifica il fatto che un server non ci sia più in azienda nel caso decidesse di buttarlo o donarlo?

Possibile che l’unica soluzione sia venderlo con relativa (e nel caso dovuta) emissione di fattura?
Non è possibile cederlo semplicemente con un atto di donazione o fattura con importo unitario simbolico (tipo 1€)?

Claudio Panerai
Claudio Panerai
52 anni fa

@Giuseppe: io non sono una persona particolarmente competente circa gli aspetti legali, formali e burocratici.
Se lei ha un cespite l’unica cosa cui bisogna prestare attenzione è che ci sia un documento "di uscita", per cui se lo vende, lo regala, fa una donazione, ecc ci deve essere un documento di un ente/persona che attesa che riceve quel bene.
Dal punto di vista fiscale (ammortamento, bilanci, ecc) non posso parlare perché non ho competenza specifica.