Cybersecurity

Facebook e privacy: ancora bufale

03 Dicembre 2013

Torno ancora una volta sull’argomento bufale e privacy, perché su Facebook mi capita ancora di leggere post incredibili condivisi da persone che reputo intelligenti…
Ne ho già scritto in passato, ma evidentemente non è bastato.
 


Share


In questi giorni il post che vedo circolare tra gli amici di Facebook è simile a questo:

"Metti il cursore sopra il mio nome: apparirà una finestra. Sposta il mouse su Amici, Impostazioni e clicca: apparirà una lista. Deseleziona Giochi e Foto. Copia e incolla sulla tua bacheca. Una volta che lo vedrò pubblicato sulla tua bacheca, io farò lo stesso. Grazie! Così gente che non conosciamo non potrà più accedere alle immagini di familiari e amici".


Quando l’ho visto sulla bacheca di Luciano non ho potuto resistere alla tentazione di telefonargli.
"Sono Claudio… Ma che cosa hai condiviso su Facebook?!".
"L'ho visto sulla bacheca di un mio amico e l’ho fatto anche io, cosa ci vuole?”.
"Se un tuo amico ti dice di saltare dalla finestra, tu salti?".
"Non capisco cosa intendi, Claudio…".



Evidente che c’è una bella differenza fra saltare dalla finestra (sperando di non farsi male) e fare un copia e incolla… Ma è il principio che mi terrorizza.
La maggior parte degli utenti clicca "Mi piace" o "Condividi" senza pensare a quello che sta facendo.
Ci sono milioni di notizie false e assolutamente inventate, che tutti condividono e contribuiscono a far circolare.
Non essere tu il primo a contribuire a questo mare di totale e completa disinformazione!

Perché questa è una bufala? Innanzi tutto le azioni che il post invita a fare non servono a ottenere lo scopo.
Poi, concettualmente, sono controproducenti: perchè togliere agli amici di Facebook la visibilità delle nostre foto?
La privacy la si può salvaguardare al momento in cui si pubblica qualcosa.
Leggi le regole di Facebook su come fare o chiedi aiuto a un esperto.

Dimenticavo: se hai già fatto le azioni che il post in bacheca invitava a fare, rifalle al contrario per rimettere le cose a posto.

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti