Soluzioni tecniche

Hyper-V installato su Windows 8.x. E le macchine virtuali VMware?

26 Marzo 2014
In un precedente post ho parlato di cosa fare nel caso in cui si abbiano delle applicazioni che funzionano solo su Windows XP e non sono più modificabili per lavorare con Windows 8.x.
Abbiamo visto come risolvere il problema con Hyper-V, presente nativamente in Windows 8.x.

Come salvare però i contenuti delle macchine virtuali create con VMware?

 
La soluzione si chiama 2Tware Convert VHD Free, un software che permette di convertire un singolo file VMDK di VMware in un file VHD di Hyper-V.
Attenzione: la macchina virtuale VMware deve essere costituita da un unico file VMDK, altrimenti bisogna ricorre al Virtual Disk Development Kit di VMware per aggregare i file.
 
Da VMDK a VHD: come fare?
 
Prima di tutto installiamo il prodotto 2Tware Convert VHD, che necessita di due sole informazioni:
  • la posizione del file VMDK;
  • la posizione e il nome del file VHD finale. 
Prima di eseguire l’operazione assicurarsi di lavorare su una copia del file VMDK di VMware.
Inoltre è meglio salvare il file VHD nella cartella che ospiterà il disco della macchina virtuale.
L’operazione di conversione richiede pochi minuti per un file da 10 giga, il file risultante è circa il 20% più grande di quello di origine.

Apriamo Hyper-V Manager e creiamo una nuova macchina virtuale che abbia come ubicazione il percorso dove abbiamo salvato il file generato dalla conversione. Non dimentichiamo che il file VHD è il disco e che non contiene le configurazioni del nostro hardware virtuale.
Selezioniamo come disco quello creato dalla conversione. Una volta salvata la macchina virtuale, apriamo le impostazioni e cancelliamo la scheda di rete creata in automatico. Aggiungiamo quindi una nuova scheda di rete di tipo legacy.
Avviamo la macchina virtuale e controlliamo che tutto parta senza errori. Possiamo quindi procedere con la conversione del file da VHD a VHDX.

Come passare dal formato VHD al formato VHDX?
 
Prima di tutto spegniamo la macchina virtuale con un arresto del sistema operativo.
In Hyper-V Managment scegliamo la macchina virtuale creata e dalla barra delle azioni di destra selezioniamo Modifica Disco. Nel pannello procediamo come segue:
  1. percorso e nome del file VHD da convertire;
  2. azione di conversione;
  3. formato di destinazione, ovvero VHDX;
  4. espansione dinamica;
  5. percorso di destinazione e nome del nuovo file;
  6. riepilogo e avvio della conversione.
Al termine della conversione apriamo la configurazione della macchina virtuale e nella sezione Disco modifichiamo l’estensione del file da VHD a VHDX.
 
Buon lavoro!
Autore
Emilio Polenghi
Commenti (0)
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti