Email

I filtri sul mailserver per bloccare il ransomware

03 Luglio 2017

Benché virus come Wannacry, Petya e altri ancora si diffondano senza che nessuno debba compiere alcuna operazione (perché sfruttano falle non tappate dei sistemi operativi), la maggior parte dei ransomware viaggia per email.

Sarà capitato a voi, a un vostro cliente o a un vostro amico: si apre un’email, si clicca sull’allegato e dopo qualche secondo ci si ritrova con tutti i file cifrati e una bella schermata che chiede il pagamento del riscatto per avere indietro i propri file.

Tecnicamente quello che succede è che allegato alla email si trova un file che viene mandato in esecuzione o che contiene dei comandi particolari che danno origine all’infezione virale.
Se allora blocchiamo a monte tutte le email che contengono file potenzialmente dannosi, ecco che abbassiamo drasticamente la possibilità di subire un attacco ransomware.

Se possiedi un server MDamon fare questa operazione è facilissimo.
Se vai sul menu Security -> Content Filter -> Attachments dovresti trovare una schermata tipo questa:
 

 

Ossia tu puoi dire a MDaemon, nella parte destra della schermata, quali sono le estensioni dei file che non vuoi che transitino per posta elettronica.
Facile.
 
Ma sai quante sono le estensioni potenzialmente pericolose?
Un’ottantina! Si, circa ottanta. E tu dovresti trovare tutte queste estensioni e poi fare a mano questa configurazione per ognuno dei server MDaemon che gestisci.

Vuoi risparmiare tempo?
Eccoti accontentato.
Nel file mdaemonappcfdelfiles.dat si trovano tutte le estensioni da bloccare che dovresti inserire nell’interfaccia di MDaemon.
Bene, qui sotto puoi scaricare un file di testo che è proprio il mio cfdelfiles.dat che io uso in produzione.
L’ho messo in formato .zip per facilitarti la vita a scaricarlo.
E’ quindi sufficiente che sui tuoi MDaemon metti questo file (se hai già delle personalizzazioni copia e incolla il contenuto del mio file nel tuo) e sei a posto!

Scarica il file cfdelfiles.dat
 
Un piccolo ma potente tassello nella lotta al ransomware.
 

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (7)
guest
7 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Antonio Latina
Antonio Latina
4 anni fa

Grazie Claudio, suggerimento molto apprezzato!

Luca Sasdelli
Luca Sasdelli
4 anni fa

Si ammettono complimenti? 🙂
Ciao
Luca

Claudio Panerai
Claudio Panerai
4 anni fa

Se sono meritati, sì! 🙂

Andrea Chiapponi
Andrea Chiapponi
4 anni fa

Aggiungerei anche il *.CAB.
Saluti.

Claudio Panerai
Claudio Panerai
4 anni fa

Ottimo suggerimento, Andrea!
Ho subito aggiornato il file da scaricare.

Andrea Baldi
Andrea Baldi
4 anni fa

io metterei anche i *.ACE

Claudio Panerai
Claudio Panerai
4 anni fa

@Andrea: aggiunto!
Grazie della dritta.

Tieniti aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per restare aggiornato su tutte le nostre iniziative