Gestione IT

I migliori tool SysAdmin (che non sono software!)

28 Luglio 2022

In questo articolo parleremo della lista di strumenti che un SysAdmin dovrebbe sempre avere a portata di mano per svolgere in modo efficiente la sua mansione.

Sdoganiamo il concetto ormai obsoleto che vede il SysAdmin come la classica e storica figura del tecnico che si reca dal cliente per installare tutti gli elementi software e hardware della sua infrastruttura IT.

Si, perché i software non sono tutto all’interno di un’infrastruttura di rete.

SysAdmin tool

Strumenti “di serie”

  1. Adattatore da USB a seriale. Per molti dispositivi di rete, non si può sfuggire alla necessità di utilizzare il seriale per la configurazione iniziale di un dispositivo. Se le cose vanno storte e il dispositivo finisce per non essere più accessibile dalla rete, l’unica risorsa potrebbe essere la connessione fisica tramite seriale. A meno che tu non abbia un “vero” PC dei bei vecchi tempi, è probabile che non avrai un connettore seriale sul tuo laptop. L’adattatore da USB a seriale è il tuo pass par tout di base per lavorare nel mondo “del seriale”, per assicurarti di poter connettere fisicamente i dispositivi. La maggior parte degli adattatori da USB a seriale sono DB9 maschio, il che significa che avrai bisogno anche di una piccola raccolta di cavi seriali e adattatori aggiuntivi.
  2. Cavo avvolgibile. Più precisamente un cavo da DB9 femmina a RJ45. In genere, sono di colore azzurro per distinguerli dai normali cavi RJ45. La maggior parte dei dispositivi Cisco richiede questo cavo per una connessione seriale.
  3. Da cavo DB9 femmina a cavo DB9 femmina seriale. Non tutti i dispositivi dispongono di un connettore RJ45 per l’accesso alla console seriale. Molti hanno connettori maschio DB9 tale porta. Per collegare fisicamente l’adattatore da USB a seriale, avrai bisogno di un cavo da DB9 femmina a DB9 femmina. Poiché questo cavo è un passante diretto, avrai anche bisogno di un adattatore Null-modem.
  4. Adattatore Null-modem. Affinché una connessione seriale tramite la porta della console funzioni, le linee TX e RX devono essere incrociate. In questo modo ciò che viene inviato da un lato (TX) viene ricevuto dall’altro lato (RX) e viceversa. Un Null-modem rende possibile tutto questo. Piccolo tip: un cavo roll-over attraversa già le linee TX e RX, quindi non ha bisogno di un Null-modem.
  5. Cavo di prolunga USB. In molti casi, la combinazione di un cavo da USB a seriale e un cavo roll-over non è abbastanza lungo da permettere al sistemista di svolgere il proprio lavoro in postazione comoda. Ecco perché una prolunga di questo tipo può consentire di non doversi accovacciare vicino al rack o di dover tenere il laptop con una mano mentre con l’altra si occupa di scrivere.

Cavi, cavi, cavi

  1. Un assortimento di cavi UTP. Niente di peggio che rimanere senza cavi nel bel mezzo di un intervento. Soprattutto se è necessario solo un cavo patch corto. Per questo è sempre bene tenere a portata di mano diversi cavi UTP da 6 pollici, 1 piede e 3 piedi.
  2. Connettori RJ45. Se hai intenzione di costruire i tuoi cavi, hai bisogno di qualcosa con cui “terminarli”. Inoltre, utile se devi apportare modifiche ai cavi installati in modo permanente da qualche parte, assicurati di accoppiarli con lo strumento di crimpatura corretto.
  3. Tester per cavi Ethernet. Se il tuo software di monitoraggio della rete indica un problema di connettività e sospetti che la causa principale possa essere un cavo difettoso, il consiglio è quello di verificare con un tester per cavi. Questo tool è utile anche nel caso in cui sia tu a crimpare i cavi in modo da verificare che tutto funzioni a dovere.
  4. Cavi di alimentazione. Uno o due cavi di alimentazione di riserva possono essere utili se per esempio devi sostituirne qualcuno ormai usurato.
  5. Cavi HDMI e VGA. Questi sono comodi da avere per connettere velocemente un server a uno schermo per la risoluzione dei problemi.

Strumenti da ferramenta

  1. Tagliafili. Sono indispensabili tronchesi affilati di buona qualità.
  2. Pinze. C’è un motivo per cui le pinze esistono dall’età del bronzo, procuratene alcune.
  3. Strumento di punzonatura. Assicurati di cercare strumenti di perforazione specifici per il cavo con cui stai lavorando (probabilmente RJ45).
  4. Crimpatrice per cavi Ethernet. Ottimo per terminare i cavi da soli. Questo è uno strumento su cui non è buona norma risparmiare, un crimpatore di qualità rende la terminazione molto più semplice e agevole.
  5. Set di cacciaviti. O meglio, un bel cacciavite multi-punta ti farà risparmiare molto tempo e spazio.
  6. Viti M5. Anche se ti sembrerà di averne a sufficienza, le viti M5 non sono mai abbastanza. Assicurati di averne in grandi quantità.

Dispositivi mobili

  1. Cellulare. Sempre utile in caso avessi bisogno di reperire informazioni “al volo” che ti aiutino a svolgere quello che stai facendo.
  2. PC portatile. Dal test delle connessioni alla configurazione dei dispositivi tramite la console, un laptop è essenziale.
  3. Etichettatrice. Ottimo per etichettare apparecchiature, patch panel e persino cavi. In futuro sarai grato di aver dedicato del tempo per organizzare le cose.
  4. Iniettore PoE. Utile per testare/isolare dispositivi.

Per riordinare

  1. Fascette per cavi. Ne servono molte ed è essenziale tenerle “pulite” e quindi ricordati di tagliare sempre le estremità con dei tronchesi.
  2. Salviettine antistatiche e panni. I rack sono spesso sporchi, ogni tanto una spolverata non guasta!

Periferiche

  1. Unità USB. Utile per quando devi copiare un file da un dispositivo a un altro e non hai nulla a portata di mano.
  2. Unità DVD USB. Dal momento che è meno probabile che un PC moderno abbia un’unità DVD è utile averne una esterna per le emergenze. Può essere frustrante avere un disco con dei driver per un dispositivo e non avere modo di accedervi.
  3. Tastiera USB. Più piccola è, meglio è. A volte necessario per accedere a dispositivi headless (soprattutto se non dispongono di una porta IPMI).

Hai trovato utile questo ripasso? Pensi che in questa lista manchi qualcosa? Faccelo sapere nei commenti! 

Fonte: blog di Auvik

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti