Il 2015 e il 2016 secondo il CEO di Avira

25 Febbraio 2016

In questo post il CEO di Avira, Travis Witteveen, tira le somme del 2015 ed esplora gli obiettivi per il 2016.
Il 2015 è stato infatti molto impegnativo per il settore della sicurezza e il 2016 lo sarà ancora di più.

L’anno scorso Avira ha raggiunto importanti traguardi in 3 aree differenti:

  • Offensiva: Avira si è scontrata direttamente con i distributori di adware, vincendo anche una causa legale, e si è battuta contro le PUA.
  • Nuove tecnologie: nel 2015 Avira ha continuato a lavorare assiduamente sulle tecnologie di protezione.
  • Eccellenza: test indipendenti hanno confermato la qualità tecnica dei prodotti Avira.

Scopri la promessa e gli obiettivi principali di Avira per il 2016!


Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti