Cybersecurity

Le best practice per fermare i CryptoVirus

16 Febbraio 2016

I cryptovirus sono uno dei problemi principali che oggi i tecnici informatici devono affrontare nel loro lavoro quotidiano.

 
CryptoLocker, CryptoWall e tutti i virus che cifrano i dati possono facilmente mettere in ginocchio quelle aziende che non attrezzate con adeguati strumenti di backup e di disaster recovery, anche se hanno l’antivirus!
 
Ma come funzionano i virus che cifrano i dati? Perché gli antivirus fanno fatica a intercettarli?
Come combattere questi virus?
 
L’unica soluzione è adottare una processi e best practice tentando di arginare gli attacchi da parte dei cryptovirus.
 
Guarda la registrazione del webinar per scoprire:
  • perché i virus che cifrano i dati “bucano” gli antivirus;
  • quali configurazioni di sistema adottare per prevenire le infezioni;
  • come applicare policy e permessi per arginare la diffusione di virus sconosciuti;
  • quali sono le best practice di sicurezza da adottare.
 
 
 
Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (4)
guest
4 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
fabrizio lustri
fabrizio lustri
6 anni fa

Ciao. Sono stato attaccato da CTB-Locker ma ho windows10. Quale applicativo si può usare per recupero files in particolar modo .xls. Grazie in anticipo

Claudio Panerai
Claudio Panerai
6 anni fa

@lustri: qui di seguito ti illustro alcune possibilità che puoi tentare, ma senza garanzia di soluzione.
Puoi usare PhotoRec
Puoi usare DropBox

Matteo Grassini
Matteo Grassini
6 anni fa

Buongiorno Claudio. Esiste un metodo per isolare da un potenziale attacco un NAS su cui risiedono tutti i dati/archivi/ecc…di lavoro o l’unica soluzione è procedere con regolare backup secondo quanto da lei già illustrato in altri post?.Grazie.Matteo

Claudio Panerai
Claudio Panerai
6 anni fa

@Matteo: diciamo che la soluzione che cerchi tu non esiste.
Infatti il NAS è per sua definizione accessibile agli utenti (o almeno a un certo numero di utenti), e se qualcuno di questi prende uno di questi virus… il virus si comporta come se fosse quell’utente: se l’utente che ha preso il virus si poteva collegare al NAS, allora lo potrà fare anche il virus, con le nefaste conseguenze che ben conosciamo.