Email

Limitare gli abusi degli account con MDaemon

23 Marzo 2015

Il server di posta MDaemon è rinomato per la propria stabilità e robustezza, tuttavia i continui attacchi e i tentativi di compromissione possono mettere a dura prova anche il tecnico più paziente.

 
Il 26 febbraio 2015 si è svolto il webinar "Limitare gli abusi degli account con MDaemon".
 
Per sapere come bloccare le prove di accesso fraudolento, limitare le attività sospette e impedire lo spam “generato dai colleghi”, guarda la registrazione del webinar.
 
Claudio Panerai (CTO di Achab) e Luca Biffi (Tech Support & MDaemon Expert) spiegano come padroneggiare tre protocolli per individuare le attività sospette ed evitare che il tuo MDaemon venga bucato o che gli account vengano utilizzati in maniera fraudolenta.
 
Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti