Business, Cybersecurity

L’importanza crescente della compliance per gli MSP

11 Aprile 2024

Negli ultimi anni, la compliance è emersa come una questione che nessun fornitore di servizi gestiti può permettersi di ignorare. Dall’aiutare i clienti a soddisfare i severi criteri per l’acquisizione di un’assicurazione contro le minacce informatiche all’orientarsi tra le leggi sempre più complesse sulla protezione dei dati, è probabile che tu ne abbia sentito l’impatto, ma anche l’opportunità di business che essa presenta. In questo articolo, daremo un’occhiata a com’è cambiato il panorama e perché è importante per il tuo business di MSP.

Gli inizi: esigenze più semplici, meno regolamenti

Nei primi anni dell’esternalizzazione dell’IT, il ruolo degli MSP era prevalentemente transazionale, e di solito comprendeva la manutenzione dell’hardware, l’installazione di software e la gestione di base della rete. L’attenzione era rivolta più all’efficienza operativa che alla governance o alla compliance. L’obiettivo principale era garantire che i sistemi fossero operativi e funzionanti, non necessariamente sicuri o conformi a particolari standard.

Ecco le minacce digitali: un campanello d’allarme

Con l’inizio del secolo, il panorama tecnologico ha iniziato a evolversi rapidamente, così come la natura e la complessità delle minacce alla sicurezza informatica. Da semplici virus e worm ad attacchi avanzati di phishing e ransomware, il profilo di rischio è cambiato radicalmente.

Due famosi attacchi ransomware, GPCode e Archievus, sono diventati sinonimo dell’inizio dell’era di Internet. Sebbene per l’epoca fossero rivoluzionari, erano rudimentali per gli standard odierni e si concentravano sulla quantità piuttosto che sulla qualità (gli aggressori chiedevano appena 20 dollari per una chiave di decrittazione). Anche i data breach hanno iniziato a fare notizia, come quella di Yahoo nel 2013 che, con 3 miliardi di dati compromessi, rimane il più grande incidente di questo tipo fino a oggi.

Server

Nuove normative aggiungono pressione

All’inizio degli anni 2000, oltre all’aumento delle minacce, è arrivata l’applicazione della norma sulla privacy per le entità coperte da HIPAA, nonché la promulgazione del Sarbanes-Oxley Act (SOX) per la tenuta dei registri finanziari e del Payment Card Industry Data Security Standard (PCI DSS).

Questo cambiamento ha spinto gli MSP a ricoprire un nuovo ruolo, che non richiede solo competenze tecniche, ma anche una profonda conoscenza dei protocolli di sicurezza e della gestione del rischio. Se anche in precedenza erano delle preoccupazioni, ora sono diventate imperative, rendendo la compliance una questione critica. Tuttavia, anche meno di 10 anni fa, la compliance era ancora un concetto relativamente nuovo per molti MSP.

Risveglio normativo: introduzione di standard globali

L’introduzione nel 2018 del GDPR ha avuto implicazioni di vasta portata per le aziende di tutto il mondo, compresi gli MSP. Poiché il GDPR si applica a qualsiasi organizzazione che elabora i dati personali dei residenti nell’UE, indipendentemente dalla sua ubicazione, gli MSP hanno dovuto implementare rapidamente nuove misure di sicurezza dei dati e adeguare policy e procedure.

La compliance è diventata non solo una best practice del settore, ma un obbligo di legge. Gli MSP che servono clienti nel settore sanitario, finanziario e in altri settori regolamentati si sono trovati a navigare in un labirinto di nuove sfide di compliance.

Data breach e controllo pubblico: la compliance come elemento di differenziazione

I data breach di alto profilo hanno iniziato a fare notizia, incidendo in modo significativo sulla fiducia dei consumatori. Per gli MSP, la compliance è diventata un punto di forza, un modo per differenziarsi in un mercato affollato. Le aziende hanno iniziato a capire il valore della collaborazione con MSP in grado non solo di gestire l’infrastruttura IT in modo efficiente, ma anche di farlo nel rispetto degli standard legali e di settore.

L’era moderna: la compliance come cultura

Oggi la compliance non è solo una checklist, ma un imperativo culturale. Gli MSP sono passati dal considerare la compliance come un male necessario ad abbracciarla come una componente essenziale della loro offerta di servizi. Molti impiegano addirittura dei responsabili a tempo pieno per la compliance, conducono audit regolari e investono in strumenti specializzati per la sua gestione.

Oltre i confini: esigenze di compliance a livello globale

Gli MSP spesso servono clienti le cui attività si estendono su più Paesi, ognuno con un panorama normativo unico. L’esigenza di strategie di compliance globale non è mai stata così forte. Ciò spinge gli MSP a sviluppare competenze in materia di leggi e regolamenti internazionali, trasformando la compliance in una parte complessa ma essenziale delle operazioni aziendali globali.

Prospettive future: automazione e compliance continua

Nel futuro, le esigenze di compliance continueranno ad evolversi. Le nuove tecnologie offrono agli MSP la possibilità di automatizzare molte attività a essa legate, come il monitoraggio e il reporting. Il concetto di “compliance continua”, in cui il monitoraggio della compliance avviene in tempo reale, sta diventando un nuovo standard.

Riassumendo

L’importanza della compliance è cresciuta in maniera esponenziale, passando dall’essere un aspetto secondario dei primi tempi allo status attuale di funzione aziendale centrale. Questa evoluzione non è solo una testimonianza della crescente complessità e dei rischi associati all’era digitale, ma è anche indicativa di un cambiamento più ampio nel modo in cui consideriamo il ruolo degli MSP: da semplici fornitori di servizi a partner strategici nella navigazione di un panorama normativo sempre più complicato.

Come semplificare la conformità

Tra le attività necessarie e indispensabili per garantire la giusta compliance, l’MSP di oggi deve iniziare a programmare dei vulnerability assessment ricorrenti.

Proprio qui entra in gioco ConnectSecure, una piattaforma cloud e multitenant studiata apposta per gli MSP, che permette di rilevare, gestire e proteggere gli asset e le reti dei clienti in maniera automatizzata.

Guarda il Webinar On Demand

Fonte: blog di ConnectSecure

Autore
Gabriele Palumbo
Nasco a Bologna ma ho vissuto l’infanzia in Piemonte, l’adolescenza in Puglia e la maturità tra Umbria, Toscana, Puglia, Emilia-Romagna e Lombardia (e non è ancora finita). Ho avuto quindi modo di entrare in contatto con diversi ambienti e contesti sociali. Una formazione umanistica (Sociologia della devianza a Perugia e Relazioni Internazionali a Pisa), passione per la scrittura e decine di corsi sul mondo digital sono state ottime basi per entrare nel campo del marketing e della comunicazione. Nel 2015 pubblico il romanzo breve “Ci siamo solo persi di vista” e, a inizio 2019, pubblico la biografia della rock band “Ministri”, entrata in poche ore nei Top Sellers di Amazon. Un romanzo è in fase di scrittura. Terminati gli studi entro attivamente nel mondo della musica, organizzando svariati concerti e un festival, e della comunicazione digitale, gestendo la linea editoriale di blog e social e ricoprendo ruoli di copywriter e content editor. Nel 2017 entro nel collettivo Dischirotti. occupandomi dei contenuti web, mentre il 2018 mi vede prima nell’agenzia FLOOR concerti come booking agent per svariati artisti e poi in VOX concerti come direttore di produzione. Tornato a Bologna inizio a collaborare con l’etichetta discografica Manita Dischi come project manager e svolgo un tirocinio presso l’agenzia di marketing e comunicazione digitale Engine Lab, nel ruolo di content editor. Dal 2020 al 2023 ho collaborato, sia come editor che come contributor, con Fantastico.esclamativo, newsletter letteraria e rivista culturale creata da Alberto Guidetti de Lo Stato Sociale. Ogni due sabati invio “Capibara”, una newsletter che tratta di attualità e meme in un progetto che, occasionalmente, porto anche dal vivo sotto forma di Stand-Up. Attualmente ricopro il ruolo di Channel Marketing Manager in Achab, con particolare focus su contenuti editoriali, analytics, marketing automation e CMS.
Commenti (0)
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Tieniti aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per restare aggiornato su tutte le nostre iniziative