Articoli

Business
Scritto da Claudio Panerai
Posta Elettronica Certificata: falsa partenza
06 Dicembre 2011

In data 25 novembre, a un mese esatto dal nostro post sulla PEC in cui abbiamo detto che il termine per l'adeguamento era il 29 novembre (D.L. n.185/08), il Ministero dello Sviluppo economico ha emanato la circolare 224402 che rinvia di un mese sia il termine che le sanzioni. Cos'è cambiato nel corso di un mese per determinare questo cambiamento? Facciamo un passo indietro e riepiloghiamo la vicenda della PEC. Tutto ha inizio con il DL 185/08 del 29 novembre 2008, che stabilisce l'obbligo per tutte le aziende di dotarsi di una casella PEC e di comunicarlo al Registro delle Imprese entro il 29 novembre 2011. Qual è la situazione dopo tre anni? Su un totale di 2.727.579 aziende, all'inizio di ottobre 2011 solo il 15% è in regola, all'inizio di novembre il 16,5%. Le province più rapide sono state Ferrara e Pesaro-Urbino (con più di un terzo delle imprese registrate), al contrario Genova e Biella sono state le più lente (appena un decimo di aziende in regola). All'imminenza del termine è iniziata una vera corsa alla regolarizzazione: dall'1 al 21 novembre sono state presentate alla Camera di Commercio 505.478 comunicazioni. A una settimana dal termine era in regola il 36,5% delle imprese. Nel frattempo le sanzioni previste per legge sono state dapprima dimezzate (da 206/2065 euro a 103/1032 euro) e poi ridotte a un terzo nel caso di adempimento entro i 30 giorni successivi al termine...

Tieniti aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere gli aggiornamenti di Achab