Soluzioni tecniche

Riparare file PST di Outlook

24 Luglio 2012

A volte gli archivi di posta di Outlook si corrompono, questo è un dato di fatto.
Chiusure inattese del programma ed errori sul disco sono solo alcuni dei motivi per cui, a un certo punto, l'applicazione ci comunicherà che non può più accedere al file PST (Personal STore).

Avere la posta configurata in IMAP ci permette di essere meno dipendenti dagli archivi PST locali, in quanto in qualunque momento potremo recuperare almeno i messaggi e le cartelle IMAP.
Ma rigenerare un PST comporta comunque la perdita di alcune informazioni, che da Outlook sono archiviate nel file stesso: ad esempio i contatti o il calendario.

Nella suite Office è presente un'utility, di nome ScanPST, che permette di controllare ed eventualmente recuperare file Personal Store danneggiati.
L'utility è disponibile per tutte le versioni di Office: ad esempio per Office 2010 si trova al percorso
%programfilesMicrosoft OfficeOffice14.

Una volta lanciato, il tool leggerà dal registro la posizione dell'archivio PST corrente, ma è anche possibile sfogliare il file system per puntare a un altro file.

 ScanPST
 
Possiamo a questo punto decidere di analizzare il file stesso.
Dopo alcune verifiche di coerenza, sarà visualizzata un'altra finestra che presenta un piccolo report dello stato del file e, in caso di problemi, la possibilità di eseguirne la correzione.
È inoltre possibile fare un backup preventivo del file, in modo da averne una copia intonsa in archivio.

Conoscevi ScanPST? Cosa ne pensi?

Autore
Furio Borsi
Si appassiona al mondo digitale fin da bambino, con il glorioso Commodore 64, sul quale si diverte a scrivere semplici programmi in Basic e modificare giochi. Nel 1990 riceve in regalo il suo primo PC (i386), seguito un paio d'anni dopo da un i486dx. In questi anni affina le sue attitudini al problem solving, scassando hardware e software e divertendosi a rimetterlo a posto. ;) Diventa così "quello che se ne capisce" per i suoi familiari e amici, arrivando a collaborare con alcuni studi professionali per la gestione del parco macchine e dei server Windows. Finito il liceo, studia DAMS con indirizzo multimediale a Bologna e Imperia. Nel 2002, dopo un anno sabbatico a Londra, lavora come sviluppatore junior in un'azienda che produce software per database territoriali in ambito Pubblica Amministrazione. In questo periodo si avvicina con passione a problematiche sistemistiche e di network management su reti estese. Nel 2007 entra a far parte dello staff di Achab, per cui si occupa di formazione e supporto, in particolare riguardo a Kaseya, e gestione del parco macchine e della rete.
Commenti (0)
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti