Soluzioni tecniche

Ripristinare gli elementi rimossi da OneDrive, Sharepoint e Teams

26 Gennaio 2023

Quando vengono rimossi degli elementi da una raccolta presente in Microsoft OneDrive, Teams o in un qualsiasi altro Site SharePoint, questi non vengono eliminati, ma vengono preventivamente spostati all’interno di un Cestino, presente nel relativo Site di Sharepoint di appartenenza, per un determinato periodo di tempo o fino a quando tali elementi non verranno manualmente eliminati dal Site o ripristinati in posizione originaria.

Risulta quindi possibile eseguire il ripristino degli elementi nel Cestino del Site Sharepoint e tale attività li riporterà all’interno della loro posizione originale senza alterazioni.

Nulla di strano o particolare se non che tali file possono essere visualizzati e ripristinati non solo dall’operatore che li aveva direttamente rimossi, ma anche da un qualsiasi altro utente di M365 purché disponga delle opportune autorizzazioni di accesso e modifica agli elementi da ripristinare.

Ripristinare gli elementi dal Cestino di un Site SharePoint

È possibile ripristinare o eliminare gli elementi rimossi passando direttamente dalla pagina web inerente il relativo Site Sharepoint.

Qui di seguito una pratica procedura utile ad arrivare al Site, anche se non si è a conoscenza del suo URL, passando direttamente dalla propria installazione di Teams per poi eseguire Ripristino da Cestino:

  • Accedere al Sito di SharePoint da cui sono stati eliminati gli elementi. Ad esempio, prendendo in considerazione Microsoft Teams, dalla scheda File presente nella parte superiore di un qualsiasi Team, basterà selezionare Altro (tre puntini allineati in orizzontale) per poi fare click su Apri in SharePoint. Qui un esempio:
  • Si aprirà il browser web su pagina del Site SharePoint e nella barra di navigazione di avvio rapido in basso a sinistra dello schermo occorrerà fare clic su Cestino.

ATTENZIONE: se il Cestino non viene visualizzato nella barra di avvio rapido non occorre allarmarsi perché è solo una configurazione grafica del Site. Per accedere all’effettiva posizione del Cestino basterà attenersi alla seguente attività:

  1. Fare clic in alto a destra sul pulsante Impostazioni di Office 365 (ingranaggio stilizzato) e quindi su Contenuto del sito.
  2. L’icona in grado di richiamare il Cestino si troverà nella parte in alto a destra della pagina dei contenuti del sito.
  • Nella pagina Cestino selezionare la casella a sinistra degli elementi che si desidera ripristinare.
  • Fare clic su pulsante Ripristina per riportare gli elementi nella stessa posizione da cui erano originariamente stati eliminati. Qui un esempio:

Eliminazione manuale e Retention di elementi presenti nel Cestino di un Site SharePoint

Gli elementi rimossi vengono conservati nel Cestino del relativo Site SharePoint per un certo periodo di tempo di Retention che, come valore predefinito, ma modificabile, è di 93 giorni.

Tale periodo inizia quando si rimuove l’elemento dalla sua posizione originale.

Qui di seguito una pratica procedura utile ad arrivare al Site, anche se non si è a conoscenza del suo URL, passando direttamente dalla propria installazione di Teams per poi eseguire Eliminazione manuale da Cestino:

  • Accedere al Sito di SharePoint da cui sono stati eliminati gli elementi. Ad esempio, prendendo in considerazione Microsoft Teams, dalla scheda File presente nella parte superiore di un qualsiasi Team, basterà selezionare Altro (tre puntini allineati in orizzontale) per poi fare click su Apri in SharePoint. Qui un esempio:
  • Si aprirà il browser web su pagina del Site SharePoint e nella barra di navigazione di avvio rapido in basso a sinistra dello schermo occorrerà fare clic su Cestino.

ATTENZIONE: se il Cestino non viene visualizzato nella barra di avvio rapido non occorre allarmarsi perché è solo una configurazione grafica del Site. Per accedere all’effettiva posizione del Cestino basterà attenersi alla seguente attività:

  1. Fare clic in alto a destra sul pulsante Impostazioni di Office 365 (ingranaggio stilizzato) e quindi su Contenuto del sito.
  2. L’icona in grado di richiamare il Cestino si troverà nella parte in alto a destra della pagina dei contenuti del sito.
  • Nella pagina Cestino selezionare la casella a sinistra degli elementi che si desidera Eliminare.
  • Fare clic su pulsante Elimina per rimuovere gli elementi dal Cestino. Qui un esempio:

A seguito dell’eliminazione manuale di elementi dal Cestino del Site Sharepoint, questi non verranno eliminati definitivamente, ma saranno spostati, per motivi di sicurezza, all’interno di un’ulteriore area di Sharepoint accessibile solo agli amministratori della raccolta dei Site di Sharepoint che è denominata Cestino della raccolta Sites.

Gli elementi rimarranno conservati lì dentro per il resto dei giorni di Retention (i canonici 93 giorni modificabili) per poi essere eliminati definitivamente.

Autore
Francesco Sorzini
Chi è Francesco Sorzini? Qualcuno scrisse: Quello che chiamiamo “io” è un vestito di Arlecchino fatto con tante identità e cucito (talora anche rabberciato) con i colori diversi delle nostre storie. Ma quando incontriamo la grazia di un amore, allora ci sembra di essere vestiti di una stoffa unica e luminosa, senza neanche più una toppa. Principalmente sono una persona che è passata attraverso differenti esperienze lavorative e che ha di conseguenza fatto sue molte interessanti "toppe colorate". Il vestito "rabberciato" che ora sto indossando è quindi molto variopinto e "caotico" ma l'amore che ho per il mio (nostro) lavoro, lo illumina immensamente (a dirla tutta anche le lampade a led che ho sopra la testa mi stanno aiutando parecchio... :-D )! Ovviamente per qualcuno affetto da discromatopsia , ed io lo sono, quel marasma di colori e sfumature sarà di poco conto... Fatevene una ragione ragazzi. Dedicatevi alla semplice luminosità in quanto per l'iridescenza c'è ben poco da fare! Tornando "seri", eccovi il mio "BIO": "Nerd" da ben prima che la categoria venisse definita "Geek" (alle mode non si comanda...), inizio la mia prima esperienza con l'IT già dal primo anno delle scuole medie. Grazie a tale pioneristico progetto di educazione informatica (da me scelto in alternativa al progetto "latino") vengo iniziato al basic ed alle logiche if-then-else. Il passaggio successivo mi porta, durante il periodo delle superiori (grazie alla lungimiranza di un paio di professori), ad immergermi nell'ambiente sistemistico e a dedicarmi alle prime basi di networking. Argomento di sopraffino interesse! Va bene... Confesso che l'argomento mi aveva principalmente affascinato per via dei nascenti "Lan Party", ma questa è una differente storia... :-) Al termine del periodo scolastico mi inserisco direttamente nel mondo del lavoro come progettista/disegnatore meccanico nell'azienda di famiglia ma nel mentre continuo a coltivare la mia passione, regalando ore del mio tempo agli amici e parenti, montando/smontando/configurando hardware e software (ero il precursore del "cuggino che se ne intende"?). Dopo un paio di anni di "piede in due scarpe" decido di fare il salto e di stabilizzare la mia situazione "sentITmentale" cercando di coniugare passione e lavoro. Il mio percorso, invero riassunto troppo brevemente, passa dalle prime attività in un negozio di informatica, a diretto contatto con il pubblico, all'attività di "Partita IVA", a diretto contatto con le aziende. Tale strada mi porterà infine a rinunciare alla vita da Self Employed per arrivare a vivere l'avventura del SysAdmin all'interno di una multinazionale farmaceutica. Proprio durante tale periodo, per via del variegati layer presenti in un ambiente di produzione, passando attraverso ITIL e CMDB, ho scoperto e vissuto appieno il contesto di monitoring e management centralizzato. Ed infine eccomi qui! In Achab per aiutare altri "IT addicted" (si, proprio voi!) a vivere appieno le gioie che solo l'acronimo MSP può regalare. Vi lascio con un biglietto da visita "al passo con i tempi": https://it.linkedin.com/in/francesco-sorzini Aggiungetemi! ;-)
Commenti (0)
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti