Soluzioni tecniche

Usare la connessione WiFi di Windows 8 da dentro le macchine virtuali Hyper-V

21 Aprile 2015

Quando si ha a che fare con diversi clienti, specialmente se si sviluppa, c’è la necessità di avere ambienti che “simulino” il server o l’applicazione dei clienti, ma allo stesso tempo c’è la necessità di tenere bene separate, cliente per cliente, tutte le attività, il codice, i programmi, i documenti, e quant’altro.
Un ottimo strumento per gestire questa separazione è l’Hyper-V integrato dentro Windows 8.1: ogni cliente ha una sua macchine virtuale separata del resto.

Per “entrare” dal cliente basta accendere la relativa macchina virtuale.
In un altro articolo ci siamo occupati di come fare per abilitarlo, questa volta mi occupo di un problema più “rognoso”.
Se ti trovi a cambiare spesso luogo di lavoro, ossia passi dall’ufficio alla casa, alla sede del cliente, passando per un hotel, ecco che si verifica un fastidioso problema: il tuo PC con Windows 8.1 si connette a internet grazie al WiFi…ma le tue macchine virtuali?
Ecco allora un sistema per condividere la connessione WiFi del tuo PC con le macchine virtuali guest che utilizzi all’interno di Hyper-V.
 
In sintesi si tratta di creare una rete privata fra le macchine virtuali e il tuo PC attraverso la connessione WiFi.
Prima di eseguire i comandi descritti di seguito è necessario possedere diritti amministrativi.

  • Eseguire la Console di gestione di Hyper-V (Tasto Windows + digitare “Console di gestione…”


  • Nella sezioni Azioni, sulla destra, scegliere Gestione commutatori virtuali.

  • Nella Gestione commutatori di rete scegliere Nuovo commutatore di rete virtuale. Scegliere Interna e quindi il pulsante Crea commutatore virtuale.


  • Assegnare un nome, per esempio MiaWLAN e premere OK.


  • Torna un attimo al tuo PC, vai nel system tray e avvia il Centro connessioni di rete e condivisione e troverai una Rete non identificata.


  • Ora torna in Hyper-V, seleziona una macchina virtuale (assicurati che sia spenta), fai click con il tasto destro e scegli Impostazioni.

  • Scegli quindi Aggiungi hardware e quindi Scheda di rete Legacy e quindi Aggiungi.


  • Nella schermata che hai davanti agli occhi in corrispondenza di Commutatore virtuale scegli la connessione che hai creato prima (MiaWLAN, nel mio caso) e conferma con OK.


  • Torna nuovamente in Centro connessioni di rete e condivisione e clicca sua tua rete WiFi.


  • e quindi scegli il pulsante Proprietà.

  • Portati sulla linguetta Condivisione e abilita “Consenti ad altri utenti…” e in corrispondenza di Connessione rete… scegli la rete creata prima MiaWLAN, nel mio caso e conferma con OK


  • Chiudi, confermando, tutte le finestre.

  • Vai nel pannello di controllo dove ci sono le schede di rete: se hai eseguito le operazioni correttamente nelle gestione delle schede di rete dovresti leggere la parola Condivisa in corrispondenza del tuo WiFi.


Finite queste operazioni, dovunque tu ti trovi, se il tuo portatile va in internet con connessione Wireless, anche le tue macchine virtuali Hyper-V potranno andare in internet.

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (1)
guest
1 Commento
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Andrea Pernice
Andrea Pernice
5 anni fa

Prestare attenzione alla configurazione con Hyper-V su sistemi desktop nel caso di passaggio a Windows 10, in molte occasioni problemi con driver causano BSOD con Windows 10 e la presenza di commutatori virtuali può complicare la rimozione e l’installazione dei driver.

Prima di disinstallare i driver conviene eliminare l’associazione del commutatore virtuale con la scheda di rete WiFi, vedi dettaglio nel link seguente:

http://screencast.com/t/5Ghopnjaf