Soluzioni tecniche

Virtualizzazione del desktop: vantaggi e limiti

02 Ottobre 2012

La virtualizzazione dei server ha ormai raggiunto lo status di tecnologia standard, anche per le piccole imprese: l’infrastruttura è solida e collaudata, e permette di ottenere benefici, a livello di impiego di risorse, consolidamentosicurezza impensabili in presenza di server fisici.

Virtualizzazione desktop

Come contraltare, la tecnologia di virtualizzazione dei client non ha ancora preso piede.
Secondo molti esperti, la prossima svolta a livello tecnologico sarà proprio l’implementazione di infrastrutture VDI.
Tuttavia le aziende non sembrano ancora pronte.

Quali sono i motivi di questa diffidenza?

Di certo i vantaggi derivanti dall’implementazione della desktop virtualization sono molti, ma ci sono ancora alcuni lati oscuri. Il principale pro è rappresentato dalla riduzione dei costi di gestione; vediamo in quali ambiti:

  • gestione dell’hardware: l’hardware centralizzato consente di abbattere i costi di gestione, sia in caso di guasto sia di upgrade; 
  • gestione del software: il fatto di avere un’unica configurazione per tutti i client limita le casistiche di assistenza e riduce i tempi di creazione, distribuzione e sostituzione delle macchine; allo stesso modo, l’aggiornamento di driver o software (ad esempio l’antivirus) non è più in alcun modo soggetto alle azioni dell’utente finale;
  • utilizzo: l’utente può raggiungere la propria macchina da qualunque posizione, eventualmente anche da casa e utilizzando dispositivi propri (PC, notebook, tablet, thin client).

Se i vantaggi sono molteplici, cosa frena le aziende dall’adottare questa tecnologia?

  1. Alti costi d’ingresso.

Acquistare ex-novo un’infrastruttura VDI può necessitare di un investimento dell’ordine delle decine di migliaia di euro.

  1. Necessità di analisi approfondita e pianificazione accurata.

L’infrastruttura deve essere tarata sulle macchine esistenti, ma tenendo conto di una possibile crescita sia a livello di numero di postazioni sia di potenza delle stesse.
Ad esempio, per evitare sostituzioni complete dell’hardware saranno da preferire soluzioni modulari, che possano essere potenziate o sostituite un pezzo alla volta, in particolare per quanto riguarda lo spazio di storage, soprattutto in presenza di tipologie di utenti molto diversificate.

  1. Necessità di potenziamento delle infrastrutture di rete.

Una rete affidabile e ad alte prestazioni è critica per il corretto funzionamento della tecnologia VDI.

  1. Maggiore rischio di blocco dell’intera azienda.

Semplificando, possiamo dire che in caso di blocco di un singolo PC, un solo utente non potrà lavorare.
Di contro, in caso di problemi al "mainframe" di virtualizzazione, il downtime si ripercuote su tutti gli utenti che vi hanno accesso.
È quindi necessario pianificare fin dal principio procedure di failover e disaster recovery.

Queste informazioni ti sono state utili?

 

Autore
Furio Borsi
Si appassiona al mondo digitale fin da bambino, con il glorioso Commodore 64, sul quale si diverte a scrivere semplici programmi in Basic e modificare giochi. Nel 1990 riceve in regalo il suo primo PC (i386), seguito un paio d'anni dopo da un i486dx. In questi anni affina le sue attitudini al problem solving, scassando hardware e software e divertendosi a rimetterlo a posto. ;) Diventa così "quello che se ne capisce" per i suoi familiari e amici, arrivando a collaborare con alcuni studi professionali per la gestione del parco macchine e dei server Windows. Finito il liceo, studia DAMS con indirizzo multimediale a Bologna e Imperia. Nel 2002, dopo un anno sabbatico a Londra, lavora come sviluppatore junior in un'azienda che produce software per database territoriali in ambito Pubblica Amministrazione. In questo periodo si avvicina con passione a problematiche sistemistiche e di network management su reti estese. Nel 2007 entra a far parte dello staff di Achab, per cui si occupa di formazione e supporto, in particolare riguardo a Kaseya, e gestione del parco macchine e della rete.
Commenti (0)
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti