Cybersecurity

Websense e Webroot Web Security Service

02 Settembre 2014
Websense non ha bisogno di presentazioni: è l'originale tra i filtri web, leader sul mercato non-cloud; le soluzioni di questo storico vendor sono ricche di funzioni e risolvono molti problemi.
Tuttavia, l'opzione SaaS è meno efficace: la versione ibrida integrata è buona, ma è costosa.

Per chi è alla ricerca di un servizio completamente SaaS, Webroot Web Security Service è imbattibile: vediamo perchè
 
  • Websense ha una console potente, ma anche complessa. Webroot Web Security Service ha una console molto semplice che qualsiasi tecnico è in grado di utilizzare.
  • Websense tiene traccia dei log di navigazione per un periodo di tempo limitato, non consentendo la generazione di report corposi. Webroot Web Security Service arriva a 5 milioni di righe, il che vuol dire poter lavorare su molti più dati.
  • Websense non è in grado di rilevare l’uso di proxy anonimi, mentre per Webroot Web Security Service è un gioco da ragazzi.
  • Infine Webroot Web Security Service è pensato per non poter essere disattivato e disabilitato in alcun modo dagli utenti.

Se cerchi un sistema che impedisca l’aggiramento di regole e policy e in più un servizio di URL filtering, filtraggio contenuto, sicurezza, policy management a un prezzo imbattibile, Webroot Web Security Service è il prodotto che fa per te.
I punti di forza sono molti di più, ma è inutile che sia il distributore di Webroot a dire chi è il migliore.

Ti stai chiedendo se abbia senso passare da Websense a Webroot Web Security Service?
 
Per una comparativa fra Webroot Web Security Service e Websense, consulta la tabella.


confronto Webroot e Websense

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti