Cybersecurity

BYOD e backup

21 Novembre 2013

L'idea che il personale di un'azienda usi i propri smartphone e tablet, integrandoli nei sistemi aziendali, esiste da anni.
Il cosiddetto BYOD però è esploso davvero nel 2012.
Tante parole sono state spese da allora sui vantaggi e i pericoli di questo fenomeno, ma poco è stato detto su come organizzare i backup dei dati aziendali sui dispositivi dei dipendenti.

Il BYOD è una questione di fiducia: da parte del dipendente, che si fida del fatto che l'azienda non cancelli da remoto i suoi dati e non curiosi nei suoi messaggi di posta personali; da parte dell'azienda, che confida nel fatto che i dipendenti non lascino in giro dispositivi che contengono dati aziendali.
Dunque stabilire alcune regole può essere d'aiuto per entrambi.

Ecco come fare il backup di dispositivi mobili personali, per salvaguardare i dati critici aziendali e nello stesso tempo la privacy dei dipendenti


BYOD


Mettere le regole per iscritto

Un contratto di BYOD potrebbe essere un buon punto di partenza.
Questo dovrebbe definire i principi fondamentali e includere:

  • quali dispositivi si possono utilizzare;
  • quali applicazioni si possono installare;
  • le misure di sicurezza obbligatorie, come il blocco dello schermo.

Ecco un esempio di contratto di BYOD.
Si dovrebbe inoltre stabilire un calendario di backup, soprattutto se il dipendente lavora da casa o è spesso in viaggio.
In questo modo, sarà consapevole delle proprie responsabilità nei confronti delle informazioni sensibili dell'azienda.

Backup automatico

Immaginate che un dipendente sia tornato dall'estero dopo due settimane e il suo tablet sia pieno di nuovi dati, dei quali non è stato ancora eseguito il backup.
E' possibile fare in modo che, appena il suo tablet rileva il Wi-Fi aziendale, si avvii in automatico il backup sul server aziendale.
Due esempi di applicazioni per il backup automatico sono O Backup Gold e ANdmp – Android NDMP Backup.

Stabilire i giusti limiti

L'azienda non vorrebbe che i server si riempissero di gigabyte e gigabyte di foto di gatti dei dipendenti…
E probabilmente nemmeno i dipendenti hanno piacere che le loro informazioni personali vengano salvate sul server aziendale.
Come essere sicuri di eseguire il backup solo dei dati aziendali?
In primo luogo, bisogna creare due account email sul dispositivo: uno personale e uno aziendale.
Poi è necessario creare cartelle separate per i documenti di lavoro e stabilire che il backup si limiti a queste.

Tu, come esegui il backup dei dispositivi mobili in azienda?

(Tratto da BackupAssist Blog)

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.