Networking

Checklist per l’onboarding di un nuovo cliente: come documentare la rete

28 Settembre 2021

Avere un metodo ben organizzato per acquisire nuovi clienti è fondamentale per la tua attività.

Spesso gli MSP come te chiedono suggerimenti e strumenti da poter utilizzare per documentare la rete di un nuovo cliente per scopi di onboarding.

Domotz è la soluzione migliore.

Si tratta di un software di network monitoring & management che ha alcune funzionalità chiave che possono aiutare gli MSP nell’onboarding di nuovi clienti.

  • Inventario e classificazione dei device
  • Mappatura di rete
  • Diagnostica di rete
  • Security assessment
  • Prestazioni WAN
  • Monitoraggio proattivo

Ecco 6 modi con cui Domotz può aiutarti a documentare la rete di un nuovo cliente come parte della tua checklist di onboarding.

Inventario dei device

Domotz include un sistema automatico in grado di creare un inventario di tutto ciò che si trova sulla rete del cliente, incluse le infrastrutture di rete e gli endpoint. Otterrai un profilo completo di ciascun device presente, inclusi marca e modello, Mac address, posizione, zona, versione software, indirizzi IP e tanto altro.

Un inventario completo dei dispositivi è piuttosto utile sia per l’organizzazione che per fare un preventivo al cliente nel modo corretto.

Domotz scopre spesso dispositivi che i clienti non sanno nemmeno di avere sulle loro reti, ad esempio le telecamere di sicurezza o dei dispositivi IoT.

Mappatura di rete

Oltre a fare un inventario dei device, Domotz include anche la mappatura automatica della rete dandoti così un quadro completo dello stato del network. Lo strumento genera una mappa topologica della rete, tracciando automaticamente gli endpoint del cliente e mostrando come i dispositivi sono collegati tra loro.

Il software ti mostrerà anche quali dispositivi sono collegati alle singole porte di uno switch gestito. Se un device viene spostato, Domotz ti farà sapere dove è stato ricollegato o se non viene ricollegato affatto.

Una volta che lo strumento ha mappato a sufficienza la rete, sarai in grado di valutare facilmente quantità e qualità delle sfide che porterà questo nuovo cliente. Fornire una panoramica di questa mappa al cliente è un ottimo modo per rompere il ghiaccio quando si discute dei potenziali intoppi che si potrebbero avere nel gestire efficacemente la sua rete.

Diagnostica di rete

L’agent di Domotz esegue il ping di tutti i device su base periodica e raccoglie informazioni dettagliate sulle prestazioni della rete, come le statistiche di Round Trip Delay (RTD) e di perdita di pacchetti per ogni singolo device collegato.

Questa funzione ti aiuterà sicuramente con l’onboarding di nuovi clienti, perché sarai in grado di identificare se alcuni device raggiungono delle performance di rete accettabili. Se le performance non sono adeguate, potrebbe esserci un problema con il device o con l’infrastruttura di rete stessa. In breve, questa mappa ti aiuterà a individuare eventuali comportamenti “spiacevoli” sulla rete dei tuoi clienti.

Security assessment iniziale

Un security assessment della rete del tuo cliente è fondamentale nel processo di onboarding. Ti aiuterà a effettuare dei preventivi più precisi e, di conseguenza, ad assegnare la giusta quantità di tempo per mettere in sicurezza la sua rete.

Domotz include scansioni di sicurezza automatiche della rete del tuo cliente per verificarne le vulnerabilità. Vengono eseguiti 3 tipi di scansioni di sicurezza:

  • Security assessment: Domotz esegue una scansione del perimetro della LAN interna e una scansione del perimetro della WAN esterna per garantire che la rete del cliente sia conforme alle best practice di sicurezza. Se c’è una potenziale vulnerabilità, sarai informato. Sebbene Domotz non nasce per individuare le minacce informatiche, ti fornisce comunque dei dettagli su ciò che espone potenzialmente la rete del tuo nuovo cliente a minacce più grandi.
  • Scansione WAN – Scansione della porta TCP: Domotz esegue periodicamente accurate scansioni della porta TCP sull’indirizzo IP pubblico della rete monitorata (WAN) e informa l’utente se ne è stata trovata una aperta.
  • UPnP – Scansione di port forwarding: Domotz esegue una scansione UPnP interna (LAN) per identificare quali sono abilitati sul router/modem e se qualche device sulla rete sta sfruttando l’UPnP per aprire le porte e reindirizzare il traffico.

Prestazioni WAN

Domotz misura anche le prestazioni della WAN, effettuando: test automatizzati di velocità della rete, analisi del routing e report sui tempi di inattività. Tutte queste informazioni sono incluse nel report mensile sulla rete del tuo cliente.

Sarai informato quando la connessione di rete viene persa o ripristinata e ogni volta che viene scoperto un nuovo device collegato.

Monitoraggio proattivo

Puoi portare valore aggiunto ai tuoi nuovi clienti mostrando loro tutti i diversi device che possono collegarsi a una rete e quali sono presenti sulla loro, rassicurandoli e dicendo loro che puoi aiutarli a monitorarli. Alcuni esempi possono essere i sistemi di videoconferenza, i sistemi Voice over IP, i sistemi di sicurezza e controllo degli accessi, le reti ospiti e persino la segnaletica digitale.

Con Domotz è facile impostare degli alert quando questi tipi di sistemi si guastano: non occorre essere un esperto di quel tipo di device, puoi facilmente informare il tuo cliente o un tecnico esterno, prima ancora che questi sistemi ne abbiano urgentemente bisogno. Nessuno vuole entrare in una sala conferenze e scoprire che il sistema è offline!

Domotz è inoltre un software molto conveniente per tutti gli MSP, ma non vogliamo dirti troppo.

Abbiamo preparato un Webinar On Demand per mostrarti da vicino come funziona questa soluzione!

Guarda il Webinar On Demand

Fonte blog di Domotz

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.