Backup, DR e business continuity

Cinque errori da evitare se offri business continuity ai tuoi clienti

04 Dicembre 2015

Con la rapida ascesa del cloud e delle nuove tecnologie è semplice per le piccole e medie imprese avere accesso a soluzioni che una volta erano appannaggio esclusivo delle grandi aziende.

 
La crescente disponibilità di soluzioni di backup e business continuity costringe i fornitori di servizi IT a integrarle nella propria offerta.
 
Tuttavia non è sempre facile scegliere la soluzione di backup e business continuity da offrire ai propri clienti e non è sempre chiaro come portarla sul mercato e come iniziare a erogare il servizio corrispondente.
 
A questo punto del percorso ti assalgono mille dubbi:
 
  • perché vendere la business continuity non è come vendere il backup?
  • Perché devo comprare una soluzione fatta e finita se posso fare da me?
  • Il prezzo di vendita? Basta che sia il 15% superiore al costo.
  • Faccio tutto io, il cliente non deve sapere nulla.
  • Se costa poco, mi conviene.
Dubbi e domande sono più che legittimi ma le risposte non sono sempre scontate, anzi…
 
Nel corso del webinar di cui sotto ti forniamo la registrazione, parliamo dei cinque rischi che incombono su chi offre servizi di business continuity:
 
  • vendere backup invece di business continuity;
  • fare tutto da soli;
  • confondere prezzo, costo e valore;
  • non chiarire le aspettative;
  • sottostimare il costo totale di possesso (TCO) di una tecnologia.
… e naturalmente illustriamo anche come evitarli.
 


Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.

Tieniti aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per restare aggiornato su tutte le nostre iniziative