Soluzioni tecniche

Come accendere una macchina virtuale se il vCenter non risponde

20 Ottobre 2011

Chi utilizza sistemi di virtualizzazione, lo fa perchè è convinto di ottenere una serie di vantaggi:

  • risparmio di risorse;
  • indipendenza delle applicazioni dall’hardware;
  • gestione centralizzata.

Tutto vero, ma chi implementa strutture virtuali basate su VMware sa anche che a gestire tutto è il vCenter: la macchina deputata ad accettare le connessioni del vSphere client per la gestione grafica dell’ambiente virtuale.
Il vCenter non è “solo” un sistema di gestione, ma è in realtà il nodo cruciale attraverso il quale i sistemisti gestiscono l’infrastruttura virtualizzata.
Se i servizi VMware sul vCenter si fermano, il client vSphere non si può collegare. Quando il vCenter risponde in RDP, allora si possono far ripartire i servizi fermi e ci si può poi collegare con il client.
 

Virtualizzazione
  

Che fare se la macchina vCenter è spenta o non risponde?

Anche se la macchina vCenter facilita tutte le operazioni grazie a un ambiente grafico all’avanguardia, tutto il lavoro dietro le quinte lo fanno gli host ESX.
Si può quindi far puntare il client non più alla macchina vCenter, ma direttamente a uno degli host ESX, fornendo le credenziali di root per quell’host.

 

Cosa fare una volta riaccesa la macchina?

Il vSphere client mostrerà tutte le macchine che sono agganciate a quel nodo e se il server ESX è correttamente configurato, permetterà di far ripartire le macchine virtuali che non si riuscivano a raggiungere perché il vCenter non era operativo.

Ti è mai capitato di dover riaccendere una macchina virtuale mentre il vCenter non rispondeva? Condividi la tua esperienza! 
 

 

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.