Email

Come bloccare al volo gli abusi di MDaemon e diminuire lo spam

12 Gennaio 2017

Uno dei maggiori benefici dall'eseguire un mailserver di proprietà (invece che affidarsi a un servizio cloud di posta elettronica) è la possibilità di personalizzare il funzionamento del sistema di messaggistica secondo le proprie specifiche esigenze.

MDaemon ha la capacità di bloccare le sessioni in ingresso in base a “determinate regole”.

Personalizzando queste regole è possibile diminuire drasticamente il numero di tentativi di utilizzo fraudolento di MDaemon e allo stesso tempo diminuire lo spam ricevuto.

Le regole sono contenute nel file mdaemonapphostcreen.dat: si tratta di un file che MDaemon utilizza per vagliare e valutare una connessione in ingresso.

Il supporto tecnico di AltN (un grazie particolare a Dave Warren) e quello di Achab hanno collezionato una serie di “stringhe” standard che hanno mostrato negli anni di essere solo portatrici di spam o di tentativi di utilizzo fraudolento.

Tutto quello che devi fare è aprile il file in questione nel tuo MDaemon e aggiungere queste righe
 
all localhost refuse
all user refuse
all friend refuse
all -* refuse
all *_* refuse
all #.#.#.# refuse
all *.invalid refuse
all *# refuse
all */* refuse
all *|* refuse
all ylmf-pc refuse
all *.dailyfortuity.net refuse
all server.server.com refuse
all *.server.com refuse
all *.work refuse
all *.serverhub.com refuse
all *.website refuse
all *.xyz refuse
all *.win refuse
all *.date refuse
all *.faith refuse
all *.review refuse
all *.racing refuse
all *.in.net refuse
all *.download refuse
all *.club refuse
all *.bid refuse
all *.top refuse
all *.bmsend.com refuse
all *ylmf-pc refuse
all *.ylmf-pc refuse
all ylmf-pc refuse
all *.science refuse
 
Una volta effettuate le modifiche salva il file.

A questo punto occorre farlo “digerire” a MDaemon. Per fare questo basta generare il file “hostscreen.sem” all’interno della cartella MDaemonApp.
 
Se non sai come fare, basta che vai un prompt dei comandi DOS e digiti il comando:
 
echo. > C:MDaemonApphostscreen.sem
 
Trattandosi di una modifica sostanziale al tuo MDaemon, ti consigliamo, almeno per i primi giorni, di verificare (file di log alla mano) se vengono rifiutate connessioni che invece sai per certo che sono “buone”.
 
 
Tratto da Everything Mdaemon
 
 
 

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.