Email

Come bloccare MailStore “ammazzandolo” di transazioni

13 Luglio 2015

Qualche mese fa parlavamo con l’IT manager di un cliente, chiamiamolo Luigi anche se non è il nome vero, di MailStore e di come l’archiviazione email potesse risolvere molti problemi nella sua azienda.
In particolare velocizzare la ricerca di documenti e in secondo luogo di come l’azienda potesse liberarsi da tutti i problemi legati ai file PST di Outlook.




Luigi segnalava come potenziale problema l’elevato numero di mailbox da archiviare e le decine di migliaia, anzi milioni di email, che giacevano da anni sui server e sui PC dell’azienda.
 
Dicevamo a Luigi di stare tranquillo perché i limiti di MailStore esistono, ma sono virtualmente infiniti e il database predefinito (Firebird, per gli amanti della precisione) dove MailStore memorizza le informazioni è in grado di registrare oltre 2 miliardi di transazioni. Per la precisione le transazioni gestibili sono 2.147.483.648.

Parti ad archiviare, Luigi, senza esitazione!

Un giorno però Luigi ci chiama dicendo che MailStore non archivia più e che segnala uno strano errore: MailStore aveva raggiunto il limite di transazioni gestibili.

Il problema potrebbe non verificarsi mai, oppure verificarsi in pochi anni o in molti anni, dipende dal metodo di archiviazione che viene usato e da quante cose ci sono da archiviare e dal numero di operazioni da effettuare.
Diciamo che archiviare 10 caselle di posta ognuna delle quali contiene una email è più oneroso che archiviare 10 email contenute in una sola casella di posta.

Ad ogni modo, scoperto che esiste un limite fisico, basta “svuotare” il log delle transazione e fare in modo che non si riempia più: è sufficiente schedulare un piano di manutenzione che faccia pulizia.
 
Se anche tu hai timore che possa succederti, scopri come difenderti e giocare d’anticipo.

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.