Backup, DR e business continuity

Come ripristinare un guest Hyper-V

13 Ottobre 2015

In un precedente articolo avevamo visto come creare il backup di un guest Hyper-V. Adesso è arrivato il momento di capire come fare per ripristinare un singolo guest specifico.

Qualche considerazione importante
Quando si crea un job di backup per eseguire la copia dei guest Hyper-V, è importante che tali guest vengano selezionati all'interno della sezione Microsoft Hyper-V VSS della schermata Selections del job di backup.

In questo modo ci si assicura che vengano copiati sia i file VHD che i relativi file di configurazione (XML).
Se non si selezionano i guest dalla sezione Hyper-V Server’s VSS, BackupAssist non sarà in grado di ripristinarli e le funzioni di scrittura VSS non riusciranno a creare un backup consistente dal punto di vista applicativo del guest e delle applicazioni VSS presenti al suo interno.
 
Per effettuare il backup dei guest seguendo le best practice:

  • I file VHD e i file di configurazione di tutti i guest di cui si desidera il backup dovrebbero essere residenti sul medesimo volume.
  • Tale volume dovrebbe contenere solamente i dati di cui è richiesto il backup.
  • Bisognerebbe effettuare il backup dell'intero volume.


 
 
Metodi per ripristinare un guest Hyper-V
Per ripristinare un guest sono disponibili due metodi.

Ripristino del guest nella sua posizione originale
Questo metodo si avvale della BackupAssist Restore Console per sovrascrivere il guest esistente e sostituirlo con quello ripristinato.
Una cosa importante: all'avvio di un ripristino il guest esistente viene fermato. Raccomandiamo di chiudere il guest manualmente prima di iniziare la procedura di ripristino allo scopo di assicurare uno shutdown regolare.

Ripristino del guest in una posizione differente
Questo metodo ricorre alla BackupAssist Restore Console per ripristinare un guest Hyper-V in una posizione diversa da quella originale. Il file VHD ripristinato potrà essere quindi utilizzato per creare un nuovo guest.
Questo metodo può essere impiegato quando non si desidera sovrascrivere un guest già esistente o si vuole ripristinare il guest su un Hyper-V Server diverso.

Come ripristinare una macchina virtuale Hyper-V
Questa sezione spiega come ripristinare un guest Hyper-V.

Per ripristinare un guest Hyper-V:
1.    Aprire BackupAssist e selezionare il tab Restore.
2.    Selezionare Hyper-V.
Si aprirà quindi un elenco di tutti i backup Hyper-V creati su quel server. Sarà presente un'opzione per ripristinare il guest completo attraverso la Restore Console. Se si possiede Exchange Granular Restore (EGR) Add-on sarà inoltre possibile ripristinare i file dall'interno del guest usando EGR.
3.    Selezionare il pulsante Restore Console a fianco del backup contenente il guest che si desidera ripristinare.
 
 
Si aprirà ora la Restore Console.
4.    Utilizzare il tab Browse per selezionare il backup.
5.    Utilizzare il calendario del tab Browse per selezionare la data da cui si desidera ripristinare.
 
 
6.    Marcare il riquadro a fianco della macchina guest che si intende ripristinare.
7.    Selezionare Restore e si aprirà un nuovo pannello di dialogo.

  • Se si ripristina il guest nella sua posizione originale, accertarsi che il campo Restore to indichi Original location, e che il campo Restore options indichi Overwrite existing files.
  • Restore to per specificare la posizione in cui si vuole ripristinare il file VHD.

8.    Selezionare Restore.

9.    Una volta completato il ripristino procedere come segue:

  • Se si ripristina il guest nella sua posizione originale, occorrerà a questo punto aprire Hyper-V Manager e avviare il guest.

 
 

  • Se si utilizza il file VHD ripristinato per creare un nuovo guest, a questo punto è possibile creare il nuovo guest.

 

Nel passaggio Connect Virtual Hard Disk è possibile utilizzare il file VHD ripristinato per creare il nuovo guest.

Importante: raccomandiamo di configurare i guest in maniera tale che i rispettivi file VHD e di configurazione si trovino sul medesimo volume. Per fare questo, il volume nel quale deve risiedere il guest dovrebbe essere indicato sia nel passaggio Specify Name and Location sia nel passaggio Connect Virtual Hard Disk.

(Tratto dal blog di BackupAssist)

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.

Tieniti aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per restare aggiornato su tutte le nostre iniziative