Email

Come spiegare l’utilità di archiviare le email a chi non lo capisce

07 Maggio 2015

Se stai cercando di vendere MailStore a un cliente non stai cercando di guadagnare dei soldi, stai cercando di fargli un favore.

Lui non è in grado di capirlo, ma proporre a un cliente un sistema di archiviazione della posta elettronica significa aiutarlo.

Il primo problema che affronti con un cliente quando proponi un software di archiviazione della posta elettronica è che non ne capisce l’utilità.
Perché se gli fai la domanda: “Ma se non trovi più una email o l’hai cancellata, cosa fai?”
Il cliente ti risponde: “Dico al mio interlocutore di rimandarla…” dimenticando che questo non è sempre conveniente e talvolta nemmeno praticabile.


Esiste però un “grimaldello” che aiuta il cliente a capire che deve archiviare tutta la posta elettronica aziendale perché contiene il know how dell’azienda, le trattative dell’azienda, i clienti dell’azienda.

La prossima volta che un tuo cliente non apprezza le tue proposte in tema di archiviazione della email, prova ad affrontarlo da questo punto di vista.
“E’ mai successo che dall’amministrazione dicessero che un cliente o fornitore ha contestato una spesa e quindi servono tutte le email scambiate con questa società?
E se le persone in azienda vanno e vengono – come è normale che succeda – dove si trovano tutte le comunicazioni intercorse con questa società con cui si è in contestazione?
Come tirarle fuori rapidamente?”
 
Ecco, vediamo cosa risponde il tuo cliente…

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.