Soluzioni tecniche

Controllare e bloccare l’aggiornamento a Windows 10: la soluzione definitiva

21 Giugno 2016

Molti utilizzatori di Windows 7 e Windows 8.1 sono felici del loro sistema operativo e non vogliono aggiornare a Windows 10.
E le politiche di Microsoft, ultimamente un po' invasive in tema di aggiornamenti, stanno creando un po' di fermento sulla Rete.
La domanda quindi è se si puo' fermare in maniera certa e sicura l'aggiornamento a Windows 10.

Stop aggiornamento a Windows 10

Sì, si può grazie all'utility Never 10.
Ci sono molti motivi per cui si può non volere l’aggiornamento a Windows 10.

Uno dei più controversi è sicuramente il fatto che Windows, nella sua evoluzione, sta diventando un servizio che , fra le altre cose, monitora l’utilizzo che viene fatto del sistema e le attività svolte.
Questa è una cosa che per molti non è proprio tollerabile e quindi preferiscono non aggiornare.

A questo si aggiunga che:

  • ad alcuni non piace l’interfaccia utente un po’ desktop un po’ smartphone tipica di Windows 10;
  • qualcun altro ancora vuole essere lui a scegliere di aggiornare e non vuole eseguire ciecamente tutto quello che Microsoft chiede di fare;
  • qualcun altro ancora dice che i vecchi sistemi operativi funzionano meglio;

Nell’estate del 2015 Microsoft, tramite un aggiornamento, ha inserito nei propri sistemi delle funzionalità per impedire l’aggiornamento a Windows 10.
Si tratta però di configurazioni di registro che vanno eseguite macchina per macchina.
Quindi Microsoft ha creato lo strumento per bloccare l’aggiornamento a Windows 10 ma poi lo ha tenuto ben nascosto non dando un’interfaccia di semplice utilizzo.

Il programma gratuito “Never 10risolve definitivamente questo problema.
Una delle cose migliori di Never 10 è che non installa nulla sul sistema: lo puoi eseguire, apportando le modifiche in modo che il tuo computer non si aggiorni a Windows 10 senza dover installare nulla.
Inoltre il programma fa delle modifiche reversibili, ossia se poi cambi idea lo stesso programma permette di ricevere l’aggiornamento a Window 10.
 
Never 10 fa ancora due cose molto utili

  1. Se il sistema sui cui lo utilizzi non ha tutti gli aggiornamenti di Windows è possibile che non abbia nemmeno le chiavi di registro nascoste per bloccare l’upgrade a Windows 10.
    Bene Never 10 ti installerà gli aggiornamenti di Microsoft affinché anche il tuo sistema possegga questi parametri e poi li imposterà per non farti aggiornare a Windows 10.
  2. Il modulo Microsoft GWX (Get Windows 10) sul molti computer opera silenziosamente iniziando a scaricare Windows 10 senza avvisarti e consumando preziosi GB di spazio disco….ebbene Windows 10 se ne accorge e ti consente di recuperare tuto quello spazio con un click.

Il programma può essere scaricato liberamente e l’utilizzo è semplicissimo e l’interfaccia utente è autoesplicativa, si spiega da sola.
 
Ma che fare se questa operazione devi replicarla su decine, centinaia o migliaia di computer?
 
Never 10 supporta alcuni parametri a riga di comando per semplificare la “distribuzione di massa”.
 
Questo vuol dire che puoi creare degli script da distribuire sugli endpoint che hai in gestione ed eseguire silenziosamente Never 10 senza che gli utenti si accorgano di nulla.
 
Per darti subito la soluzione ti dico che la command line da utilizzare nel 99% dei casi è:

never10.exe update delete disable

 
Ma se usi sistemi di RMM possiamo darti lo script pronto all’uso, per Kaseya e AEM.
 

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (1)

nice to know, grazie

Ivano Giardini,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.