Soluzioni tecniche

Correggere la condizione ‘Autoconfiguration IPv4 Address’ della connessione di rete

10 Febbraio 2015
In determinate condizioni, sulle schede in Bridge Mode delle macchine virtuali quando configurate con IP statico può verificarsi un problema per cui la rete viene vista come "Pubblica" e con "Indirizzi IP multipli".
 
Di norma questa condizione impedisce l’accesso della macchina a Internet.
Inoltre, visto che le regole sulle reti pubbliche sono più restrittive, è possibile che anche i servizi locali non siano raggiungibili.

Eseguendo un comando:

ipconfig /all

vediamo una situazione simile a questa:

Scheda Ethernet Ethernet:

   Suffisso DNS specifico per connessione: lan
   Descrizione . . . . . . . . . . . . . : Scheda desktop Intel(R) PRO/1000 MT
   Indirizzo fisico. . . . . . . . . . . : 08-00-27-9C-39-7D
   DHCP abilitato. . . . . . . . . . . . : Sì
   Configurazione automatica abilitata   : Sì
   Indirizzo IPv6 locale rispetto al collegamento . : fe80::741a:94ef:18e0:9ce7%
3(Preferenziale)
   Indirizzo IPv4 configurato automaticamente. . . . . . . . . . . . :  169.254.112.42(Preferenziale)
   Subnet mask . . . . . . . . . . . . . : 255.255.255.0
   Indirizzo IPv4. . . . . . . . . . . . : 10.0.2.15(Duplicato)
   Subnet mask . . . . . . . . . . . . . : 255.255.255.0
   Lease ottenuto. . . . . . . . . . . . : venerdì 23 gennaio 2015 09:39:34
   Scadenza lease . . . . . . . . . . .  : sabato 24 gennaio 2015 09:39:35
   Gateway predefinito . . . . . . . . . : 10.0.2.2
   Server DHCP . . . . . . . . . . . . . : 10.0.2.2
   IAID DHCPv6 . . . . . . . . . . . : 50855975
   DUID Client DHCPv6. . . . . . . . : 00-01-00-01-1B-83-8F-52-08-00-27-9C-39-7D
 
   Server DNS . . . . . . . . . . . . .  : 10.0.2.3
   NetBIOS su TCP/IP . . . . . . . . . . : Attivato

Come si può vedere, la scheda di rete (che si chiama Ethernet, in questo caso) ha due indirizzi IP, di cui uno assegnato staticamente.

L’altro (169.254.112.42) è invece assegnato dalla funzionalità APIPA (Automatic Private IP Addressing).

Per rimuovere l’indirizzo fittizio è necessario eseguire il comando:

netsh interface ipv4 show inter 



Nell’output vediamo che la nostra scheda (di nome Ethernet, ricordiamo) ha ID 3.
Utilizzando questo dato, dobbiamo eseguire un nuovo comando in un prompt elevato:

netsh interface ipv4 set interface 3 dadtransmits=0 store=persistent 
 
Al riavvio del server, la scheda avrà un solo IP assegnato.
Autore
Furio Borsi
Si appassiona al mondo digitale fin da bambino, con il glorioso Commodore 64, sul quale si diverte a scrivere semplici programmi in Basic e modificare giochi. Nel 1990 riceve in regalo il suo primo PC (i386), seguito un paio d'anni dopo da un i486dx. In questi anni affina le sue attitudini al problem solving, scassando hardware e software e divertendosi a rimetterlo a posto. ;) Diventa così "quello che se ne capisce" per i suoi familiari e amici, arrivando a collaborare con alcuni studi professionali per la gestione del parco macchine e dei server Windows. Finito il liceo, studia DAMS con indirizzo multimediale a Bologna e Imperia. Nel 2002, dopo un anno sabbatico a Londra, lavora come sviluppatore junior in un'azienda che produce software per database territoriali in ambito Pubblica Amministrazione. In questo periodo si avvicina con passione a problematiche sistemistiche e di network management su reti estese. Nel 2007 entra a far parte dello staff di Achab, per cui si occupa di formazione e supporto, in particolare riguardo a Kaseya, e gestione del parco macchine e della rete.
Commenti (16)

Grazie mille. Ci stavo sbattendo la testa da ore. Chissà perché però si verifica questo problema. Non mi era mai successo. Ci sarà stato qualche errore nella configurazione iniziale?

Lucia De Tullio,

Grazie del tuo commento, Lucia: mi fa piacere che il mio articolo si sia rivelato utile. La causa non è sempre ricostruibile ma ha a che fare con il Bridge mode e, per la mia esperienza, con le macchine virtuali.

Furio Borsi,

Ciao grazie mille per il tuo contributo ho risolto il problema neanche il tecnico della rete è riuscito a risolvere e in questi giorni avendo un po di tempo ho trovato la tua pagina e ho risolto!! Grazie mille!!

Arc A,

Ciao Arc A, mi fa piacere esserti stato d’aiuto!

Furio Borsi,

Grazie Furio per la soluzione, il problema mi si è presentato misteriosamente su un server virtuale su ESXi e con la tua soluzione ho risolto.

Harald Vallazza,

Ciao Vallazza, grazie del tuo contributo. Sono contento che il mio post sia servito a toglierti qualche grattacapo. 🙂

Furio Borsi,

Grazie mille, hai risolto un problema di 2 notti passate insonni nel tentare di comprendere questo problema e la relativa soluzione!!! La tua spiegazione, chiarissima, è stata fondamentale per la risoluzione e ti sono davvero molto grato!

Marco Marchini,

Ciao Marchini,
lieto di aver contribuito a risolvere il tuo problema! Continua a seguirci!!! 😉

Furio Borsi,

Ciao Furio, problema incomprensibile, ero fermo da giorni su un server windows 2012 fisico. Grazie per la soluzione, Ho installato centinaia di macchine è la prima volta che mi capita!!

Giampiero Masini,

Furio Santo subito!
Mi hai risolto un problema su una macchina virtuale di un NAS che a causa di questo "doppio" IP non passava il controllo di sicurezza di una apparecchiatura anti intrusione.. erano settimane che non entravo più!!
Grazie davvero per quello che fai…

Massimiliano Novellini,

Ciao Massimiliano, mi fa piacere esserti stato utile. 🙂

Furio Borsi,

grazie mille per l’aiuto.
mi è successo su un DC di una virtual machine hyper-v con non poche noie.

giorgio bellini,

grazie per la dritta!!

alessio gianni,

Buongiorno Alessio, no problem! Spero tu abbia risolto.

Furio Borsi,

Buongiorno, secondo lei può essere che succeda una cosa simile su un normale notebook aziendale in DHCP?
al rientro di quasi ogni pausa pranzo il PC non naviga, ma comunica senza problemi in LAN.
Riparte disabilitando e riabilitando la scheda di rete o lanciando /release – /renew. Grazie

matteo E,

Buongiorno Matteo,
questa è una casistica molto specifica: nel caso di specie, ipconfig /all restituisce un doppio indirizzo IP. Se così non è, il problema è da ricercare in altre aree di configurazione. Visto che succede al rientro da una pausa, potrebbe essere legato al profilo di risparmio energetico o a questa opzione del driver della scheda: https://www.screencast.com/t/9WkrzKvejSy
Fammi sapere se vuoi.

Furio Borsi,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.