Soluzioni tecniche

Distribuire Adobe Flash Player con le Group Policy

29 Maggio 2012

Che io sia un fan sfegatato di Kaseya non è certo un mistero.
Kaseya è bello perché mira all’efficienza.
Naturalmente, tutte le cose che fa Kaseya si possono fare a mano. Ma farle a mano non è efficiente.

Network

Ad ogni modo, oggi parliamo di come distribuire il software Adobe Flash Player non con Kaseya, non a mano, ma usando una via di mezzo.
Oggi parliamo di distribuire Adobe Flash Player tramite le Group Policy di Windows.

Procurarsi il software

Primo passo: procurarsi l’installer del software da distribuire.
Per procurarsi l’installer occorre andare su questo sito e registrarsi seguendo la procedura che compare dopo aver scelto "Distribute Flash Player".
Dopo aver compilato qualche campo di una form, si riceverà una email di conferma per verificare la correttezza dell’indirizzo email.
Al termine della validazione si riceverà una email con il link per scaricare il file .msi per l’activex o il plug-in.

Copiare l’installer .msi sulla rete

Una volta scaricato l’installer, occorre copiarlo su una share di rete (\nomeservercondivisione).
Ci si accerti solo che a questa condivisione possano accedere gli utenti ai quali si desidera distribuire questo software.

Creare la Group Policy

Si deve a questo punto creare la policy per l’unità organizzativa (OU) per la quale si intende distribuire il software.
(Magari è opportuno usare una OU di prova in modo che eventuali problemi non si riflettano subito su tutti i pc, ma solo su quelli usati per fare il test).
E’ sufficiente:

  • andare su Computer Configuration – Software Settings – Software Installation;
  • fare click destro e selezionare New Package;
  • navigare fino al percorso UNC dove si è memorizzato il file.msi;
  • usare l’opzione "Assigned".

Test e distribuzione

Occorre aspettare un attimo finché la replica delle policy termina e poi si può testare su qualche computer.
Se il test va a buon fine, si può applicare la policy a tutte le OU dell'azienda.
Se si hanno più reti da gestire, l’operazione va ripetuta su ogni dominio.

E tu, come distribuisci il software?

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.