Cybersecurity

Email finte da Equitalia: è un Cryptolocker

29 Settembre 2016

Sta arrivando in Italia una nuova ondata di ransomware.
Il mezzo di diffusione è la posta elettronica: arriva un messaggio email (apparentemente) inviato da Equitalia che invita a cliccare sui link presenti all’interno del messaggio.

Naturalmente non è affatto inviato da Equitalia e se davvero si seguono i link, il risultato è quello di scaricare un virus (CBT-locker) che cripta tutti i file del disco e poi chiede l’ormai noto riscatto.

Occorre prestare attenzione a questo tipo di messaggi perché sono scritti in un italiano tutto sommato accettabile e possono trarre facilmente in inganno.
Un esempio del contenuto del messaggio email puoi trovarlo su Ransomware.it.
 

Come difendersi?

Diciamo che si può prendere qualche precauzione, poiché il virus entra in azione solo se si cliccano i link all’interno delle email. Questi link poi fanno scaricare un file eseguibile (camuffato da file PDF) che è il responsabile del processo di criptazione.

Ecco qualche suggerimento per difendersi:

Condivi questi consigli con i tuoi colleghi: la (in)formazione è la miglior difesa!
 

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.