Soluzioni tecniche

Gestire le macchine virtuali dalla Service Console VMware ESX

27 Ottobre 2011

I punti di forza della piattaforma di virtualizzazione VMware ESX comprendono:

  • l’affidabilità;
  • la possibilità di gestire le macchine utilizzando un tool di alto livello come il vSphere client.

Ci sono però alcune situazioni in cui il client fallisce anche le operazioni base di accensione, spegnimento e riavvio: questo di norma accade perché il client stesso non è in grado di ricostruire lo stato effettivo della macchina (che appare accesa quando in realtà è spenta o viceversa). 

Gestire_macchine_virtuali
 

Per gestire le macchine virtuali anche in caso di disallineamento, in ESX possiamo utilizzare la Service Console, un sistema operativo embrionale basato su Linux che dispone di un’interfaccia a riga di comando per eseguire operazioni a basso livello sulle macchine virtuali, attraverso un set di comandi specifico.


Come utilizzare la Service Console 

Per utilizzare la Service Console, è necessario loggarsi direttamente al singolo host attraverso un client SSH (per esempio Putty) e fornire le credenziali di root.
A questo punto, possiamo ottenere la lista di tutte le VM presenti sul nodo (con il percorso completo su file system) attraverso il comando:

# vmware-cmd -l

I percorsi sono espressi con la seguente sintassi:

# /vmfs/volumes/< uuid >/< vmdir >/< vmname >.vmx

Identifichiamo nella lista la macchina che ci interessa e verifichiamone lo stato con il comando:

# vmware-cmd < percorso.vmx > getstate

Esso restituisce:

  • getstate() = on – la VM è accesa;
  • getstate() = off – la VM è spenta;
  • getstate() = suspended – la VM è in stato di sospensione;
  • getstate() = stuck – la VM è in stato indefinito.

Confrontando quest’informazione con lo stato riportato dal vSphere client, possiamo accertarci del disallineamento.
 


 

Spegnere, accendere o riavviare una VM da linea di comando

Oltre a ottenerne lo stato, il comando VMware-cmd è anche in grado di eseguire operazioni sulle VM, attraverso i parametri:

  • start: avvia la VM;
  • stop: ferma la VM;
  • reset: esegue un reset della VM;
  • suspend: sospende l’esecuzione della VM.

Sono presenti alcuni parametri aggiuntivi che istruiscono il comando su come eseguire l’operazione richiesta

  • soft: esegue l’operazione senza forzarla;
  • hard: forza l’operazione;
  • trysoft: prova a eseguire l’operazione e se non va a buon fine la forza.

Per esempio, se volessimo spegnere una macchina virtuale, tentando lo spegnimento "morbido" e poi forzandolo in caso di fallimento, dovremmo usare il comando:

vmware-cmd < percorso.vmx > stop trysoft

Mentre per resettare di colpo una macchina in stato indefinito (stuck) dovremmo eseguire:

vmware-cmd < percorso.vmx > reset hard

Al termine dell’esecuzione di questi comandi possiamo interrogare di nuovo lo stato attraverso il comando:

vmware-cmd < percorso.vmx > getstate

Queste informazioni ti sono state utili? Raccontaci la tua esperienza!

 

Autore
Furio Borsi
Si appassiona al mondo digitale fin da bambino, con il glorioso Commodore 64, sul quale si diverte a scrivere semplici programmi in Basic e modificare giochi. Nel 1990 riceve in regalo il suo primo PC (i386), seguito un paio d'anni dopo da un i486dx. In questi anni affina le sue attitudini al problem solving, scassando hardware e software e divertendosi a rimetterlo a posto. ;) Diventa così "quello che se ne capisce" per i suoi familiari e amici, arrivando a collaborare con alcuni studi professionali per la gestione del parco macchine e dei server Windows. Finito il liceo, studia DAMS con indirizzo multimediale a Bologna e Imperia. Nel 2002, dopo un anno sabbatico a Londra, lavora come sviluppatore junior in un'azienda che produce software per database territoriali in ambito Pubblica Amministrazione. In questo periodo si avvicina con passione a problematiche sistemistiche e di network management su reti estese. Nel 2007 entra a far parte dello staff di Achab, per cui si occupa di formazione e supporto, in particolare riguardo a Kaseya, e gestione del parco macchine e della rete.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.