Backup, DR e business continuity

Guida al backup Hyper-V, seconda parte: le best practice per Hyper-V

28 Agosto 2013

Nel post precedente abbiamo parlato di come pianificare il backup.
Implementare una soluzione di backup per Hyper-V significa allineare tre fattori:

  • l'oggetto del backup;
  • come si fa il backup;
  • dove lo si salva.

Ecco qualche suggerimento per il backup di sistemi Hyper-V utilizzando BackupAssist.

Best practice per gli host

  • La macchina host non dovrebbe essere nello stesso dominio delle machine guest.
  • Assegnare all’host il solo ruolo di Hyper-V.
  • Qualunque sia la destinazione dei backup, per la crittografia è meglio usare una soluzione hardware.

Best practice per i guest

  • Non utilizzare dischi pass-through.
  • Usare dischi di base perché VSS non supporta i dischi dinamici.
  • Usare VHD fissi per i guest.
  • Non usare snapshot Hyper-V sui guest. Il backup eseguirà uno snapshot VSS che è l’unica cosa che serve per backup consistenti e coerenti (e gli snapshot Hyper-V complicano il restore).
  • Assegnare un singolo ruolo a ciascun guest. Per esempio eseguire un server Exchange su un guest e il file server su un guest separato.
  • Abilitare i backup integration service.

Best practices per il ripristino dei dati

  • Tenere i dati Hyper-V su volumi separti (rispetto ai volumi di sistema).
  • Evitare di memorizzare altri dati su volumi Hyper-V.
  • Separare i guest non critici e altri dati dai guest critici.
  • Tenere iI file dei guest, tipo XML, dischi VHD e snapshot, sullo stesso volume.
  • Se si mischiano categorie di guest su più volumi, i backup e i restore diventano più complessi e meno efficienti.

 




Selezionare il miglior tipo di backup

Tutti e tre i tipi di backup inclusi in BackupAssist possono essere utilizzati per ambienti Hyper-V e CSV, ma è importante scegliere il sistema che rispecchi esattamente quello che abbiamo in mente.
Questo riepilogo facilita la scelta.

Tipo di backup Linee guida
File Archiving File Archiving non è raccomandato per i sequenti motivi:

  • la compressione di VHD è lenta e impiega molto tempo;
  • la crittografia dei backup è lenta e complica il backup e il restore.
File Protection Questo tipo di backup ha alcuni vantaggi:

  • il backup dei VHD è una copia esatta della macchina guest;
  • i file possono essere ripristinati velocemente;
  • ridondanza: fornisce un ulteriore livello di sicurezza;

NOTA: la File Protection verso una destinazione Rsync non è sempre raccomandabile. I file VHD sono molto grandi e il controllo checksum di Rsync impiegherà tempo e risorse per eseguire il controllo su tutto il file VHD.

System Protection La System Protection è caldamente raccomandabile per i seguenti motivi:

  • può essere usata da Hyper-V Granular Restore add-on;
  • può essere usata in caso di disaster recovery.

I dischi esterni rappresentano una destinazione ideale per i backup di tipo System Protection perché:

  • supportano Backup Bare Metal;
  • supportano modifiche a livello di blocco (block level);
  • hanno memoria dei backup, quindi sono possibili più punti di ripristino.
Selezione del tipo di backup Il tipo di backup viene selezionato nella schermata Create a new backup job screen.


Scenari e best practice per il backup

Il riepilogo sottostante fornisce alcuni esempi per un backup quotidiano.

Tipo di backup Scenario
System Protection Backup quotidiano

Un backup bare metal (selezionando Critical Volume) dell’host e dei guest critici su un pool di dischi esterni.
I dischi esterni vengono ruotati quotidianamente.
I guest critici includono sistemi che eseguono applicazioni come Exchange e SQL e guest usati per memorizzare dati critici (bilanci, piani, documentazione importante).

NOTA: Windows 2008 R2 e Windows 2012 permettono la selezione specifica di singoli file. Questo significa che è possibile mettere i guest critici su un disco e quelli non critici su un altro disco (pratica consigliabile).

System Protection Backup settimanale

Un backup bare metal (selezionando Critical Volumes) dell’host e di tutti i guest su un secondo pool di dischi esterni.

Si possono ottenere:

  • ridondanza con backup locali e off-site;
  • differenti opzioni di restore.

I backup locali forniscono un immediato accesso ai file VHD.

File Protection E’ consigliabile eseguire il backup di guest critici su un drive locale usando un backup di tipo Mirror.

Nel prossimo post parliamo di backup System Protection.

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.

Tieniti aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per restare aggiornato su tutte le nostre iniziative