Backup, DR e business continuity

I job di backup senza report: come risolvere

24 Gennaio 2014
Problema: i job di backup hanno esito "no reports was received".
Cosa fare se hai il problema: devi aggiornare BackupAssist, vai avanti a leggere.
Cosa fare se non hai il problema: non fare nulla.
Nota importante: sei hai il problema, tu o un tuo collega avete ricevuto una nostra email in merito.
 
Sintesi del problema

Questa settimana si è verificato un problema sul sito della Centralized Monitoring Console (CMC) che ha avuto effetti su un limitato numero di account. I backup non sono in alcun modo toccati da questo problema, ma una o più installazioni di BackupAssist non sono più in grado di inviare i report alla CMC.
Sapere se le tue installazioni di BackupAssist hanno avuto il problema è molto semplice.
Dalla email di riepilogo della CMC o nei report dei singoli job compare la scritta "no reports was received". Se compare questa scritta, allora quell’installazione è affetta dal problema.
Qui di seguito ti spiego cosa fare.
 
Cosa è successo

Ti riporto qui sotto in estrema sintesi ciò che è successo senza avere la pretesa di entrare nei dettagli tecnici, ma giusto per dare un’idea.
Ecco cosa è successo:
  • c’è stato un inconveniente tecnico con il sito web dove è ospitato il servizio CMC;
  • nel momento in cui si è verificato il problema, le installazioni di BackupAssist possono aver ricevuto delle URL sbagliate;
  • se si sono verificate queste due condizioni, gli indirizzi URL sbagliati sono stati salvati nelle impostazioni di CMC e dal quel momento in avanti CMC ha cercato di usare quelle URL (sbagliate).

Queste URL non impattano sui backup (quindi i dati sono al sicuro) ma impediscono lo svolgimento regolare delle operazioni all’interno della CMC.

La soluzione del problema
 
Il problema è stato individuato velocemente e risolto in maniera definitiva:
  • è stato corretto sul server dove gira la CMC e sono stati modificati alcuni parametri per evitare che questo problema possa ripresentarsi;
  • è stato modificato il codice sia della CMC sia del software BackupAssist per evitare che accada di nuovo;
  • è stato preparato un nuovo eseguibile di BackupAssist per correggere le installazioni colpite.
Cosa fare
 
Se la tua installazione e il tuo account CMC sono stati colpiti devi fare quanto segue:
  • scaricare e aggiornare il tuo BackupAssist;
  • una volta che BackupAssist aggiornato è in esecuzione, autonomamente si occuperà di:

    • sistemare le URL errate all’interno della CMC;
    • reinviare tutte le transazioni che riguardano la CMC e che sono in coda (potrebbe richiedere un po’ di tempo in base a quante operazioni sono rimaste indietro);
  • collegarti al tuo account sulla CMC e verificare che ci siano tutti i report all’interno;
  • se ne mancano alcuni, vai nella sezione Report in BackupAssist e procedi come segue:

    • click destro su ogni report che manca e poi "send selected report to CMC" (questo è l’ideale se sei in grado di capire al volo quali report mancano);
    • reinvia tutti i report usando "send all listed reports to CMC" (può richiedere un po’ di tempo in base al numero di report).
Se hai dei dubbi su queste operazioni ti invitiamo a scrivere al supporto tecnico di Achab.
 
L’ultima versione di BackupAssit può essere scaricata qui.

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.

Tieniti aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per restare aggiornato su tutte le nostre iniziative