Business

Il nuovo sito web: grandi opportunità in vista

19 Gennaio 2015

Il sito web di un’azienda è come la vetrina di un negozio.


Chi ci capita davanti deve capire "al volo" che cosa fa l’azienda e se ciò che l’azienda offre fa al caso suo.

Se il sito è chiaro, utile e, perché no, bello, aumenta la probabilità che un visitatore resti per più tempo sul sito e che, dopo la prima visita, possa ritornare in futuro.

Viceversa, se il sito è confuso, le informazioni non sono chiare e il visitatore è disorientato, è probabile che la prima visita coincida con l’ultima.
 


Nuovo sito Achab


La teoria
 
Alla luce di questa premessa, all’inizio dell’estate scorsa abbiamo preso in considerazione l’idea di rifare il nostro sito perché abbiamo capito che:

  1. il sito che avevamo era vecchio: sebbene sembrasse ieri l’ultimo rifacimento del sito, quattro anni non sono mica pochi; anzi, nel nostro settore rappresentano un'eternità. Anche l’occhio vuole la sua parte e il design non ci piaceva più.
  2. Un sito vecchio, per quanto aggiornato e manutenuto, è un sito non ottimizzato: questo è un aspetto fisiologico col passare del tempo. Un esempio? Succede, soprattutto se non ci sono delle regole ben definite, quando devi aggiornare alcune sezioni in fretta e furia perché è uscita una nuova versione del software. 

    Allora lo fai, lo aggiorni al volo e, pensando di fare il bene dei visitatori, inserisci una tonnellata di informazioni che reputi utili; purtroppo però a volte "il troppo stroppia"! Tutte le informazioni possono essere utili, ma non è detto che siano davvero fruibili e che i visitatori ne traggano beneficio.

  3. Alcune sezioni del sito avevano un traffico, in termini di visite, davvero spaventoso (nel senso buono del termine) e ci siamo resi conto di non riuscire a cogliere tutte le opportunità che si presentavano.
In teoria, tutto facile:

  1. svecchiare il design: basta un web designer;
  2. rifare i contenuti: basta un copy writer;
  3. migliorare i percorsi di navigazione: basta un consulente SEO.
In pratica, mica tanto. Perché dare il via a un progetto di questo tipo costringe a guardarsi dentro: è necessario capire chi sei, cosa fai e quali sono i tuoi obiettivi

Dopo un’accurata analisi volta a definire gli obiettivi e i risultati da raggiungere, il giusto mix delle tre azioni dovrebbe consentire di ottenere un risultato soddisfacente.
 
La pratica
 
Veniamo al sito di Achab.
La fase di analisi è durata qualche settimana. Con l’aiuto di Olos Interactive abbiamo analizzato tutto quello che avevamo sul sito vecchio e abbiamo iniziato a lavorare sui percorsi di navigazione, sui contenuti e sul design per raggiungere i nostri obiettivi, principalmente:

  • aumentare e valorizzare la generazione di lead sia per noi (quando il lead è un potenziale rivenditore) sia per i nostri clienti (quando il lead è un utente finale): poiché Achab non vende direttamente agli utenti finali, i lead sono spesso utilizzatori finali che noi segnaliamo ai nostri rivenditori;
  • rendere più semplice e intuitiva la navigazione a favore dei fruitori del sito.
La prima modifica importante è rappresentata dalla home page del sito, nella quale, a differenza del passato, appare subito chiaro chi è Achab e che cosa fa.

Trovano poi spazio gli eventi imminenti, le promozioni in corso e le informazioni che reputiamo utili per nostri partner.

Anche per i numerosi contenuti video che produciamo, è giunta l’ora della ribalta: una raccolta degli ultimi video pubblicati è disponibile direttamente dalla home page, sotto alle nostre soluzioni.

Ultimi, ma non ultimi, i post del blog più recenti e gli articoli di Knowledge Base.
 
Il blog di Achab ha due anime: una legata ai prodotti e una che pensa agli eroi dell’IT.

La parte del blog legata ai prodotti vuole seguire la vita dei prodotti: casi d’uso, novità, premi, interviste e aggiornamenti.

La parte slegata dai prodotti (che una volta chiamavamo AchaBlog) offre spunti, commenti, soluzioni e idee per chi lavora nel mondo IT per le PMI.

Gli articoli di Knowledge Base rappresentano la risorsa primaria con cui i nostri partner cercano le soluzioni ai problemi che capitano durante l’utilizzo dei nostri prodotti, per questo motivo abbiamo messo in atto un meccanismo costante di produzione e revisione dei contenuti: per dare sempre più valore ai partner.

La Knowledge Base e il Blog hanno molte visualizzazioni e i commenti lasciati dai visitatori che segnalano problematiche o dubbi rappresentano per noi e per i nostri partner delle grandi opportunità.
Laddove esiste un problema, c’è spazio per proporre una soluzione.

Dobbiamo solo essere bravi a intercettare la montagna di traffico generato da questi due strumenti, a identificare il problema e a offrire la soluzione appropriata.

E giacché siamo sempre in ascolto di feedback e commenti, perché non ci lasci la tua opinione sul nuovo sito?
 
Buona navigazione!
Autore
Daria Trespidi
Sono nata il 17 maggio di qualche anno fa in un piccolo comune in provincia di Milano, ho passato un'infanzia serena e un'adolescenza meravigliosa (quanto ho riso in quegli anni! ... non che adesso abbia smesso di ridere, anzi! ;) e nel 2000 ho conseguito il diploma di Ragioniere e Perito Commerciale.
Le scuole superiori mi sono certamente servite per capire quale lavoro non avrei mai fatto nella vita! ;)
Mi sono iscritta alla facoltà di Economia Aziendale con indirizzo Marketing & e-Business presso l'Università degli Studi di Pavia e nel frattempo ho iniziato a lavorare qui e là.
Nel 2003 ho iniziato a collaborare con un grosso editore informatico e ho fatto parte per un intero anno del team di progetto istituito per la creazione del CRM aziendale.
Per una serie di coincidenze, inizio a lavorare in Achab nel novembre 2004 dove svolgo dapprima un ruolo commerciale per poi occuparmi dal 2008 di marketing e relazioni con la stampa.
In tutto questo a farne le spese sono stati gli studi ... *momentaneamente* abbandonati ad una manciata di passi dal traguardo. Qualcuno si chiede se ho dei rimpianti? No, per ora fortunatamente nessuno.
Dal 2014 al 2019 ho ricoperto il ruolo di Chief Marketing Officer: è stata un'esperienza entusiasmante, a tratti impegnativa, che mi ha arrichita sotto tutti i punti di vista. Da gennaio 2020, dopo oltre 15 anni di esperienza achabiana, ricopro con grande orgoglio il ruolo di Direttore Operativo.
Nella vita privata sono mamma, moglie, amica, figlia, sorella e zia: ho talmente tante cose da fare che ho leggermente abbandonato le mie passioni ... mi piacciono gli sport di squadra, soprattutto il calcio, il volley e l'hockey pista, sono super tifosa dell'Inter e dell'Amatori Sporting Lodi che una volta seguivo fedelmente ad ogni incontro casalingo e ogni tanto in trasferta.
Il tempo libero non esiste più, ma è bello anche così. ;)
Chi mi conosce sa che su di me può contare.
Sono anche su LinkedIn, su Twitter e su Facebook.
Commenti (2)

Ciao Zorzet, grazie per i commenti.
Stiamo indagando sulla parte relativa all’inserimento dei prodotti nel carrello da area rivenditori.
Qualora riscontrassi altri problemi o avessi ulteriori suggerimenti da darci, ti invito a scriverci a marketing@achab.it. Buon lavoro!

Daria Trespidi,

Mi sembra bello. Personalmente avrei fatto un po’ più piccolo lo spazio per le slide in home page in modo che sui monitor, con il browser allo zoom 100%, ci fosse spazio per qualche link senza la necessità di fare lo scroll. In area rivenditori, il passaggio dell’inserimento di un articolo nel carrello, alle volte, impiega parecchie decine di secondi. A parte queste piccolezze, decisamente mi piace

Andrea Zorzet,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.