Backup, disaster recovery e business continuity per PC e server direttamente nel cloud, senza appliance.

Come funziona la verifica integrità dei backup di x360Recover Direct-to-Cloud

KB521451

Ultimo aggiornamento: 10 February 2022

Che cos'è x360Recover AutoVerify?

AutoVerify è una funzione di controllo dell’integrità dei backup di x360Recover che fornisce la convalida della recuperabilità degli snapshot di backup.   

Qual è la differenza tra AutoVerify e Cloud AutoVerify?

AutoVerify (per dispositivi x360Recover) fa parte del processo di controllo notturno BootVM. Fornisce la convalida della recuperabilità degli snapshot sull’appliance di backup x360Recover (il vault del cloud privato)

Cloud AutoVerify (per gli endpoint del vault Direct-to-Cloud) offre tutte le funzionalità di AutoVerify ai vault ospitati nel cloud di Axcient per gli endpoint Direct-to-Cloud. (Fino alla versione 10.11, i controlli di AutoVerify sugli endpoint del vault potevano essere eseguiti solo su vault del cloud privato self-hosted.)

Come configuro Autoverify per un sistema protetto da Axcient x360Recover?

Fare clic su BootVM  nella colonna  Configure nella pagina di dettaglio del sistema protetto 

Quindi, fare clic sulla casella di controllo per abilitare i Boot VM Checks

Test effettuati da AutoVerify

Durante il processo di verifica automatica vengono eseguiti numerosi test sul sistema protetto per convalidarne l’integrità dei dati. 

Questi test includono

  • catturare uno screenshot della pagina di accesso
  • eseguire un controllo del Heartbeat ai servizi di test in esecuzione nella macchina virtuale
  • verifica del funzionamento dei servizi Microsoft Volume Shadowcopy (VSS).
  • eseguire una scansione completa del disco di controllo su tutti i volumi di dati. 

L’implementazione dei test Cloud AutoVerify su base a livelli garantisce di limitare il carico e ridurre l’impatto su altre operazioni (come backup Direct-to-Cloud, repliche da appliance a vault, ripristino di Virtual Office e così via).

Le operazioni più leggere verranno eseguite più frequentemente, mentre le operazioni più pesanti verranno eseguite meno frequentemente.

  • I controlli della frequenza di test rimarranno nascosti e bloccati nel loro stato predefinito fino a una versione successiva.
  • Le impostazioni iniziali per AutoVerify includeranno un test di avvio del sistema con test Heartbeat e acquisizione dello schermo (da eseguire una volta ogni 24 ore) con una convalida completa del check disk eseguita almeno una volta ogni 7 giorni.
  • Una volta abilitato il flag della funzionalità AutoVerify per un vault la configurazione dei controlli di avvio notturno per i sistemi protetti da Direct-to-Cloud verrà sbloccata

Heartbeat

L’appliance verifica le comunicazioni di base con la macchina virtuale in esecuzione e, se non viene stabilita, non supera il controllo. Questa operazione conferma che il sistema è stato in grado di avviare completamente il sistema operativo, avviare i servizi e completare il rilevamento del dispositivo plug-n-play

Check del disco (chkdsk)

Un’operazione chkdsk di Windows (utilizzando un’utilità di Windows che verifica l’integrità di un file system) viene eseguita su ciascun volume all’interno del sistema protetto.

  • chkdsk potrebbe non riuscire a causa delle seguenti condizioni:
    • Snapshot di backup danneggiato o incompleto sull’appliance BDR.
      (Un nuovo backup completo probabilmente risolverà il problema)
    • Danneggiamento del file system sui dischi di sistema protetti nel sistema di origine.
      (chkdsk dovrebbe essere eseguito sul sistema protetto per risolvere il problema del disco)
  • Se chkdsk si chiude con codici di errore specifici che indicano possibili problemi di coerenza dei dati, l’appliance tenta di risolvere il problema eseguendo una nuova scansione completa del sistema protetto e viene generato un avviso sull’appliance. Gli avvisi generati da AutoVerify vengono chiusi automaticamente al termine della scansione completa. 
  • le scansioni complete generate da AutoVerify verranno eseguite non più di una volta ogni 30 giorni

Risultati forniti da AutoVerify

I Vault ospitati da Axcient riportano i risultati di AutoVerify nella pagina dei dettagli del sistema protetto . 

Sulla base della nuova struttura di test a livelli, i risultati sono suddivisi in più parti, mostrando i diversi intervalli di test.

Vengono eseguiti due set di test indipendentemente l’uno dall’altro:

  • Il test di base di boot della macchina virtuale viene eseguito una volta ogni 24 ore (ogni giorno). Questo test include un semplice controllo Heartbeat, per confermare che i nostri servizi di comunicazione siano attivi e in esecuzione all’interno della VM. Questo test include anche uno screenshot della schermata di accesso.
  • Il test avanzato viene eseguito una volta ogni 7 giorni (settimanale). Questo test include la verifica del servizio Microsoft VSS e la scansione completa della convalida del check disk di tutti i volumi del sistema protetto.

Facendo clic sui risultati di AutoVerify in BootVM AutoVerify troverai i dettagli completi su tutte le operazioni e lo screenshot della schermata di accesso:

New call-to-action