Business continuity assicurata e ripartenza immediata in caso di disastro.

Aggiornamento agent su macchine Linux

KB52292

Ultimo aggiornamento: 26 March 2020

Gestire l'upgrade in modo manuale e automatico

SaaS

Questa guida intende illustrare come aggiornare l’agente Datto su macchine Linux, specificando sia la modalità manuale che quella automatica. Gli aggiornamenti sono gestiti tramite il package manager Linux. Non si rende necessario il riavvio macchina dopo upgrade.
Prima di procedere si consiglia di consultare la pagine dei requisiti di sistema.

PROCEDURA MANUALE

Di seguito i comandi da lanciare tramite shell, in base alla distro in uso:

Debian / Ubuntu

sudo apt-key adv –recv-keys –keyserver keyserver.ubuntu.com 370C85D709D26407
sudo bash -c “echo ‘deb [arch=amd64] https://cpkg.datto.com/datto-deb/public/$(lsb_release-sc) $(lsb_release -sc) main’ > /etc/apt/sources.list.d/datto-linux-agent.list”
sudo apt-get update
sudo apt-get install dlad

Red Hat / CentOS

sudo yum update dlad

OpenSUSE / SLE

sudo zypper install dlad

Fedora

sudo dnf install dlad

PROCEDURA AUTOMATICA

La procedura automatica descritta prevede la creazione di uno script di aggiornamento lanciato quotidianamente attraverso un job cron. Lo script farà il check sulle nuove release eventualmente disponibili e ne effettuerà l’installazione.
Potrebbe essere necessario modificare i comandi sulla base della distro che utilizzate.

  1. Creare il file script e salvarlo nel percorso preferito. In questo esempio è salvato nella cartella home di root:
     
     

    ~/dla_update.sh
    chmod +x ~/dla_update.sh

     
     
  2. Aprire il file con editor di testo e inserire uno dei seguenti script, in base alla distro:
     
     
    • Debian / Ubuntu
       
       

      #!/bin/bash
      apt-key adv –recv-keys –keyserver keyserver.ubuntu.com 370C85D709D26407
      bash -c “echo ‘deb [arch=amd64] https://cpkg.datto.com/datto-deb/public/$(lsb_release -sc) $(lsb_release -sc) main’ > /etc/apt/sources.list.d/datto-linux-agent.list”
      apt-get update
      apt-get install dlad

       
       
    • Red Hat / CentOS
       
       

      #!/bin/bash
      yum update dlad

       
       
    • OpenSUSE / SLE
       
       

      #!/bin/bash
      zypper install dlad

       
       
    • Fedora
       
       

      #!/bin/bash
      dnf install dlad

       
       
  3. Occupiamoci ora della parte cron tramite questi due comandi lanciati come root. Il primo apre l’editor mentre il secondo configura un job di lancio dello script che gira tutti i giorni a mezzanotte:
     
     

    crontab -e
    0 0 * * * ~/dla_update.sh

     
     
  4. Salvare e uscire dall’editor.
     
     
  5. Per avere conferma della modifica fatta lanciare questo comando che mostrerà il job appena creato:
     
     

    crontab -l

     
  6.  

    Riavviare il servizio cron usando uno di questi comandi, in base alla distro:

     
     
    • /etc/init.d/cron restart
    • service cron restart
    • systemctl restart crond.service 
New call-to-action