La prima soluzione di sicurezza email integrata in Microsoft 365 che sfrutta l'intelligenza artificiale.

Domande frequenti

KB52247

Ultimo aggiornamento: 24 January 2020

Vade - FAQ

01.403

Ecco una serie di risposte a domande ricorrenti:

Le protezioni EOP e ATP di Microsoft 365 sono ancora disponibili?
Sì! Il filtro Vade for Microsoft 365 non si sovrappone ma si aggiunge ai filtri EOP e ATP di MS Microsoft 365.
Le regole di inserimento del journaling vengono attivate dopo che il messaggio è stato scansionato da Microsoft 365.

L’utente ha bisogno di acquistare Exchange Online Protection (EOP) e della soluzione Vade per lavorare in modo efficace
Exchange Online Protection è incluso in tutti i servizi di posta elettronica cloud Microsoft come Exchange Online e Microsoft 365, quindi non è richiesta alcuna licenza aggiuntiva.
Vade può funzionare come protezione a sé o stratificata, al di sopra di EOP.

Smetterò di ricevere newsletter se Vade le sposta?
No, si riceveranno comunque questo tipo di email. A seconda delle impostazioni nel portale Vade queste email potranno essere instradate in una sottocartella dedicata di Outlook/OWA. Disabilitando questa funzionalità, gli utenti riceveranno le newsletter nella loro cartella principale, come prima.

Vedrò anche i banner nel client desktop Outlook?
Sì. L’esperienza nel client desktop è la stessa di Outlook Web App e su tutti i dispositivi.

Vade conserva una copia di tutte le e-mail?
No, Vade elimina la copia dopo l’analisi.

Devo aggiornare il mio record MX?
No! Il record MX punterà ancora a Microsoft 365 e rimarrà invariato. Vade per Microsoft 365 è nativamente integrato nella piattaforma Microsoft 365 tramite Microsoft API. Pertanto, l’unico passaggio necessario è attivare il prodotto in modo che il filtro sia autorizzato a scansionare le email del tenant.

Il filtro di Vade ha la precedenza sulle preferenze dell’utente?
No! Vade for Microsoft 365 è nativamente integrato in Microsoft 365. Di conseguenza, gli elenchi di blocchi consentiti e creati dall’utente vengono rispettati dal filtro. Un’eccezione a questo comportamento si verifica se l’utente ha ricevuto un messaggio che corrisponde ad una sua lista bianca ma che è stato identificato come phishing o malware dal filtro. In questo caso specifico, il messaggio verrà eliminato o spostato nella cartella corrispondente, anche se la regola dell’utente aveva imposto un recapito nella posta in arrivo.
Importante: per le liste a livello di amministratore, Vade consiglia di utilizzare le regole del flusso di posta di Exchange.

Il filtro ha la precedenza sulle regole della posta in arrivo dell’utente?
No! Le regole di posta in arrivo create dall’utente (ad es. Sposta i messaggi da … a cartella …) prevalgono sempre. Vade per Microsoft 365 sposta eventualmente solo i messaggi che erano destinati a essere consegnati nella cartella Posta in arrivo dell’utente.

Posso creare liste bianche nel prodotto?
No, Vade per Microsoft 365 usa le liste bianche di Microsoft 365, proprio come prima.

Come mai ricevo così tante notifiche di spear phishing?
La protezione dallo spear phishing fornita dal prodotto avvisa gli utenti su contenuti sospetti e potenziali rischi. Questi rischi, come descritto nella guida all’amministrazione, includono spoofing, inviti all’azione, ecc. In quanto tali, la soluzione prenderà in considerazione scenari sospetti quali:

  • Un utente del dominio invia un’email dal proprio account Gmail: l’utente è legittimo, ma l’email arriva da un dominio esterno.
  • Le e-mail di dominio vengono inviate dall’esterno (utilizzando relay SMTP esterni), senza  i corrispondenti record SPF.
  • Eccetera. In ogni caso, questi scenari sono sospetti, in quanto rappresentano una potenziale violazione della soluzione di sicurezza e-mail che si sta configurando per il proprio dominio.

Cosa succede nel caso in cui l’amministratore abbia inserito nella blacklist un indirizzo che è già presente in una whitelist?
Le regole di filtro create su Microsoft 365 hanno sempre la precedenza sulle decisioni di filtro o sulle regole di instradamento della posta in arrivo create dall’utente in Vade.