La prima soluzione di sicurezza email integrata in Microsoft 365 che sfrutta l'intelligenza artificiale.

Novità versioni recenti

LB08092020

Ultimo aggiornamento: 08 September 2020

2.31

Scopo di questo articolo è di portare a conoscenza del lettore le novità introdotte in Vade for Microsoft 365 recentemente.

Versione 2.31 – Agosto 2020

Blocco dei link già classificati come pericolosi:

Molto richiesta dagli amministratori di Vade per Microsoft 365, questa opzione permette, in console, di bloccare l’accesso ai link identificati come phishing. Abilitando questa opzione si evita che un link già classificato come pericoloso sia ri-esaminato dal sistema quando cliccato da un utente.

Con l’opzione Display the link “Proceed to webpage with caution“, all’utente che clicca su un link già classificato come pericoloso da Vade in fase di ricezione del messaggio, sarà mostrata una pagina di questo tipo:

Disabilitando l’opzione il link “Continua sulla pagina con cautela” sarà sostituito da un avviso di blocco:

Filtro per evento nelle statistiche:

Per l’emergenza Covid-19, Vade aveva inserito la possibilità di filtrare i log con l’evento “COVID-19”. Ora questo filtro è stato esteso anche ai report:

Segnalazione configurazioni/passaggi da completare nel Partner portal:

Nel portale sono state aggiunte 2 nuove icone per segnalare dei passaggi che devono essere portati a termine per finalizzare le impostazioni dei propri clienti finali:

  • Busta arancione: la regola del journal NON è stata creata in Exchange.
  • Scudo arancione: la licenza è ANCORA in modalità monitoraggio.

La listbox Licensing requiring configurations permette di raggruppare le licenze che necessitano di essere finalizzate:

Migliorate le statistiche comparative

Il report Comparative è stato sostituito con la sezione Added Value. D’ora in poi, il focus è solo sul valore aggiunto di Vade rispetto a EOP: in precedenza era meno immediato cogliere le differenze. I nuovi report si presentano come mostrato in figura:

Suggerimenti per configurazione ottimale:

Il prodotto viene fornito con una configurazione predefinita che mira a essere totalmente perfetta per gli utenti. L’obiettivo è fare in modo che gli MSP e gli amministratori dei clienti configurino il prodotto senza problemi e vedano promemoria relativi a quale dovrebbe essere la configurazione ottimale. A questo scopo sono stati introdotti colori su schede o interruttori + indicatori di testo per evidenziare le sezioni da rivedere.

Nell’esempio che segue, si vede che nelle impostazioni le sezioni Anti-Phishing e Anti-Spam sono evidenziate in giallo:

Modificando le azioni per High Spam e Scam, accettando l’impostazione suggerita, la sezione diventa verde:

Auto Remediate piuttosto che Time-Of-Click

La funzionalità di Auto Remediate, già presente nelle precedenti versioni, è stata spostata nella sezione Anti-Phishing, insieme al Time-Of-Click in quanto ritenuta più efficiente di quest’ultimo (lo spostamento automatico dalla inbox di un messaggio con link pericolosi può evitare che l’utente li clicchi comunque) . L’amministratore può scegliere se usarne solo uno o entrambi.

Nelle nuove installazioni Auto Remediate sarà l’opzione predefinita, attivata di default, mentre il Time-Of-Click partirà disattivato.