Cybersecurity

L’ABC della sicurezza: rendere sicuro un computer in 10 passi

24 Ottobre 2013

Hai appena acquistato un computer e ti chiedi come renderlo sicuro?
Ecco come fare in dieci passi.


Computer sicuro

  1. (Re)installa il sistema operativo

Quando avvii l'installazione, ti verrà chiesto di formattare l'hard disk: formattalo. In questo modo sei sicuro che non ci siano nascosti rootkit o software di monitoraggio.

  1. Installa il software di sicurezza

Installando subito l'antivirus o una suite di sicurezza, sei certo che nessun software dannoso entri nel tuo computer. 

  1. Abilita e configura un firewall che si adatti alle tue esigenze

Se il software di sicurezza installato non dispone di un firewall, procuratene uno. Ci sono diverse soluzioni gratuite, come Windows Firewall. Se il firewall scelto permette di bloccare tutte le connessioni in entrata (il più alto livello di sicurezza utilizzabile), bloccale. Ciò impedisce che qualcuno si connetta al sistema operativo.

  1. Aggiorna il sistema operativo e tutti i software installati

Installare gli aggiornamenti più recenti del sistema operativo è fondamentale. Scaricare le patch impedisce che le vulnerabilità vengano sfruttate e corregge anche altri bug.

  1. Rimuovi le funzioni del sistema operativo e dei software non necessarie

Questa operazione riduce la superficie di attacco del computer. Meno software c'è, meno punti di attacco ha il computer. 

  1. Imposta una password robusta

Tutti i passi fatti finora non hanno senso se qualcuno può entrare nel tuo computer utilizzando la tua password. In questo post abbiamo già visto come creare una password robusta.

  1. Usa un account non amministratore

Utilizzando un account senza privilegi di amministratore, riduci le possibilità di danneggiare il software installato sul computer, compreso il sistema operativo.

  1. Rendi sicuro il browser

Il browser è probabilmente il programma più utilizzato sul computer, seguito dal client di posta elettronica. Assicurati di renderlo sicuro installando la versione più recente e modificando le impostazioni predefinite:

  • disattiva l'esecuzione automatica di Java, ActiveX, Silverlight, Flash;
  • disattiva il monitoraggio, in modo che il browser non tenga traccia della tua attività;
  • disattiva i cookie, per non permettere ai siti di monitorare la tua attività, a meno che non lo desideri.
  1. Usa una connessione Wi-Fi sicura

 Ci sono diverse cose che si possono fare per proteggere il computer e tutti gli altri dispositivi:

  • impostare una password di rete;
  • modificare l'SSID di default;
  • modificare le impostazioni predefinite;
  • scegliere un algoritmo di crittografia come WPA2-AES o TKIP.
  1. Usa il computer in modo sicuro

Ecco i principi di base:

  • non installare software da fonti sconosciute o non attendibili;
  • non eseguire allegati dai messaggi di posta elettronica;
  • non visitare siti sospetti.

(Tratto da Avira TechBlog)

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (11)

@Vale: tecnicamente sono d’accordo con te. Ma questo non conta.
Anche il formato Betamax era superiore al VHS, ma tutti hanno usato sempre VHS…

Claudio Panerai,

Peccato che alcuna gente non voglia scoprire altri orizzonti, comunque Linux non è solo più sicuro, è fatto molto, ma molto meglio… Se guardiamo ad esempio il file system windows: NTFS (una cosa che fa ribrezzo) in confronto a quello di linux: ext4 (nettamente superiore).

Vale,

Per rendere più sicuro un PC.
– Installa una distribuzione Linux oppure BSD
– Utilizza Windows da macchina virtuale virtualbox

Luca Botti,

Grazie Luca!

Ilaria Colombo,

Grazie a Ilaria e Luca

Lory,

Ci fa piacere se le informazioni sono state utili, Lory 😉

Ilaria Colombo,

Luca ha ragione. Il miglior modo per essere sicuri su un pc, è usare una distribuzione linux. Questa guida è utile ma allo stesso tempo non fornisce una vera protezione perchè Windows ha molti bug ancora non conosciuti e non comunicati al pubblico ed essendo con il codice sorgente chiuso, la riparazione delle falle perde piú tempo e viene fatta solo dal personale microsoft, gia per essere connessi a internet rischiamo che qualcuno sfrutti qualche exploit per curiosare sull’hard disk e neanche c’è ne rendiamo conto.

Vale,

Sicuramente Linux e piu’ sicuro di Windows dalle fondamenta. Questo è un fatto.
Ma molta della sicurezza dipende dall’uso che se ne fa di un computer.
Inoltre non dimentichiamo per che molte persone usare linux con dentro una macchine virtuale Windows è impossibile.
E’ troppo difficile.
Lo so che le ultime distro Linux sono piu’ semplici, ma per un utente "normale" Linux è troppo difficile.
Non parlo di chi mastica un pochino di informatica. Chi non sa nulla ed è davanti a una distro Linux e deve fare le cose normali (stampare, scaricare foto dalla macchia fotografica, sincronizzare i contatti col cellulare,, ecc) è troppo difficile.
So che questa affermazione mi attirerà gli strali di qualcuno, ma ho le prove di quanto dico.

Claudio Panerai,

Usano ubuntu per fare i primi passi e abituarsi nel mondo linux e poi se ne hanno voglia usano qualcosa di piú serio… Ubuntu è facilissimo da usare e perfino in italiano…

Vale,

Senza entrare in polemica Vale, ma usare Ubuntu per chi non sa nulla di nulla è difficile. Non perché il sistema è difficile, ma perchè "diverso" da quello che hanno sempre usato ed è "diverso" da quello che ha l’amico/a con cui si confrontano.
Questa è la mia esperienza.

Claudio Panerai,

Non sono tecnicamente Claudio, ma anche economicamente, sai quanti soldi potrebbero risparmiare le cose statali e spenderle in altro? Se mettiamo conto che una licenza di Windows 7 Ultimate costa anche parecchio… 🙂

Vale,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.