Backup, DR e business continuity

Le caratteristiche di backup di cui hanno bisogno le aziende senza scopo di lucro

01 Dicembre 2015

Nel settore delle soluzioni di backup si pensa soprattutto ai bisogni delle PMI e delle grandi aziende. Questo perché la maggior parte delle organizzazioni fa parte di una di queste due categorie. Ma c’è una terza categoria che viene dimenticata troppo spesso: quella del no profit.

Scuole, biblioteche, associazione di beneficenza, chiese (giusto per citarne alcune) hanno sistemi e dati che devono essere protetti proprio come tutte le altre organizzazioni; anche se spesso hanno priorità diverse su come proteggere dati e sistemi.
In questo articolo guarderemo ai fattori che aiutano a determinare le migliori soluzioni di backup per le istituzioni senza scopo di lucro.

1) Dare priorità alle caratteristiche essenziali
Alla fine della giornata, un’organizzazione no profit deve prendersi cura dei suoi dati allo stesso modo di ogni altra azienda. Quello che può rendere questo processo più difficile per una no profit è dover far combaciare questo requisito con la realtà del budget e la disponibilità dello staff.
Laddove le grandi aziende e la maggior parte delle PMI sono in grado di riservare un budget adeguato per assicurare che siano protetti in maniera completa i dati e i sistemi, le istituzioni no profit hanno spesso la necessità di dare priorità a ciò di cui hanno più bisogno per scegliere una soluzione che si adatti alle loro possibilità.

I requisiti fondamentali varieranno da organizzazione ad organizzazione ma ce ne sono alcuni che sono universalmente importanti per determinare la migliore soluzione di backup per tutte le no profit:

  • Recupero del backup completo del disco.
  • Automazione/ programmazione.
  • Offsite.

2)Problemi di facilità d’uso
A differenza di altre organizzazioni che più probabilmente hanno un dipartimento IT dedicato, le istituzioni no profit molto probabilmente hanno necessità di una soluzione di backup facile da usare  anche da chi non è un tecnico. Spesso le organizzazioni no profit hanno solo una persona che si occupa dell’IT con tante mansioni diverse da sbrigare in poco tempo; oppure non hanno una persona interna che se ne occupa e si avvalgono di uno staff tecnico di terze parti che gestisce la manutenzione quotidiana.
È quindi necessaria una soluzione di backup facile da usare.
La migliore soluzione di backup per le no profit deve avere un’interfaccia utente intuitiva e che richiede un intervento minimo. “Imposta e dimenticatene” (o “set & forget” come dicono gli anglofoni) è la frase che citano tutti venditori in questo settore, ma per le istituzioni no profit diventa molto più che un semplice slogan.
Servizi di supporto affidabili sono anch’essi importanti, perché se qualcosa va storto dovrà essere risolto velocemente e con una conoscenza tecnica minima.

3)La longevità è un must
La migliore soluzione di backup per il no profit non deve essere solo facile da usare, ma è estremamente importante che duri nel tempo. Le istituzioni no profit spesso non possono permettersi di rinnovare o rimpiazzare il software con la frequenza che possono permettersi le aziende commerciali.
Questa difficoltà riguarda ogni tipo di tecnologia, perché i miglioramenti e gli aggiornamenti si fanno in continuazione, ma per quanto è possibile, la longevità di una soluzione di backup può essere determinata dai seguenti criteri:

  • supporto continuo per i sistemi operativi più vecchi e per l’hardware;
  • un pagamento per il software in soluzione unica, invece che basato su abbonamento;
  • aggiornamenti minori e correzione dei bug gratuiti.

4)Tariffe agevolate per il no profit
Adesso veniamo alla più cruda differenza tra il no profit e altri tipi di organizzazioni commerciali. Finora siamo rimasti sul vago, ma la verità è che il prezzo è il fattore decisivo per un’organizzazione no profit riguardo a tutte le questioni relative alla tecnologia. Il prezzo ha un impatto decisivo e potrebbe anche vanificare tutte le considerazioni fatte finora.
Molti venditori offrono alcune forme di sconto alle istituzioni no profit, ma sfortunatamente troppo spesso si tratta solo di una mera riduzione del 5-10% e altri  non offrono nessuno sconto.
Esistono siti come TechSoup che offrono sconti per forniture IT per le no profit.  Vale anche la pena chiedere i prezzi per le organizzazioni no profit direttamente al venditore, perché alcuni non pubblicizzano tariffe speciali per questo settore.
BackupAssist offre uno sconto del 30% su tutti i prodotti per il backup dedicati alle scuole e alle aziende no profit.

5)Cosa dicono professionisti della tecnologia
È stato chiesto ad una community di professionisti di IT su Spicework quali, secondo loro, devono essere le caratteristiche essenziali per determinare la migliore soluzione di backup per le istituzioni no profit. Ecco cosa è emerso dalla discussione:




 


Ci sono state molte risposte e sono stati numerosi gli argomenti di discussione, se ti interessa puoi leggerli direttamente nella discussione Spicework.

(Tratto dal blog di BackupAssist)
 

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.

Tag

Backup, ong

Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.

Tieniti aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per restare aggiornato su tutte le nostre iniziative