Email

Le password, porca miseria!

04 Aprile 2014

MDaemon offre numerosi strumenti per massimizzare la sicurezza dei propri utenti: IP_Shielding, IP/host/Dynamic Screening, Hijack Detection, Reverse lookup, SPF, DKIM, VBR, BackScatter, Graylisting, Tarpitting, SMTP authetication, SSL.

L’obiettivo è di garantire la continuità del lavoro degli utenti, evitando che siano invasi da virus e spam.
Ma anche per evitare che il mail server degli stessi utenti sia utilizzato a fini fraudolenti.
Nella migliore delle ipotesi (si fa per dire) come motore di invio di spam ad altri malcapitati destinatari che non la vorrebbero ricevere. 
Nella peggiore, furto di identità e accesso ai dati aziendali.
 
MDaemon vuole aiutare a evitare tutto questo
 
Ma la miglior porta blindata del mondo non serve a niente se si lascia la chiave sotto lo zerbino!
E tutte le funzionalità di sicurezza del mondo non servono a niente se qualcuno si impossessa delle credenziali di accesso: indirizzo di email e password.
Per questo è indispensabile cambiare le password frequentemente.
 
Come si fa a cambiare le password con MDaemon? E’ facilissimo ed è spiegato in questo video
 
Guardalo adesso e suggerisci a tutti i tuoi utenti di guardarlo (*), per aiutarli a seguire la policy di rotazione delle password che avete impostato insieme.
 
(*) Se hai agganciato l’autenticazione a MDaemon a quella di Active Directory, il video non è necessario: è sufficiente la modifica delle password a livello di domain Microsoft.

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.