Business

L’outsourcing per la piccola impresa

06 Settembre 2012

Da tempo ormai l'outsourcing è utilizzato da grandi e medie imprese, poiché porta vantaggi evidenti a livello di pianificazione dei costi, aumento di affidabilità e scalabilità.

Outsourcing
 

Spesso però non ci si sofferma a pensare a come l'ambito nel quale questi benefici sono più evidenti sia quello della piccola impresa.
Vediamo in quali segmenti.

  1. Competenze

I provider di servizi permettono alle aziende di concentrarsi sul proprio business, sfruttando le competenze di esperti per trovare la soluzione più efficiente: saranno essi, inoltre, ad occuparsi di progettazione e implementazione.

  1. Adattabilità ai cicli di crescita

Nella piccola impresa, la crescita avviene a ondate successive: la situazione ideale per sfruttare al meglio il modello a consumo che molti provider offrono, poiché permette di modificare il contratto secondo le necessità.

  1. Competitività

I provider di servizi possono offrire una serie condizioni particolari cui i concorrenti non avranno accesso. Pensiamo a un MSP che gestisca la rete di molte piccole aziende: potrà applicare economie di scala contenendo i prezzi dell'assistenza e di fatto fornendo ai propri clienti l'opportunità di investire in altri ambiti.

  1. Collaborazione più stretta

Le soluzioni in outsourcing, magari disponibili in-the-cloud, contribuiscono a creare anche all'interno della piccola azienda dinamiche di collaborazione e condivisione delle informazioni la cui creazione interna avrebbe costi proibitivi per la singola impresa. Pensiamo all'utilità di una knowledge base sulle problematiche di supporto più comuni o ancora l'accesso a un'area CRM o CMS in-the-cloud accessibile a tutti gli utenti in qualunque momento.

  1. Automazione

In ambito IT, clienti simili hanno necessità e problematiche simili. Pensiamo al backup dei server, all'aggiornamento degli antivirus o ancora alla gestione e invio delle fatture. Si tratta di operazioni ripetitive che possono essere automatizzate efficacemente. Ma quanto costerebbe a una piccola azienda implementare un flusso documentale per le fatture o una gestione centralizzata del backup?

E tu, cosa ne pensi dell'outsourcing?

Autore
Furio Borsi
Si appassiona al mondo digitale fin da bambino, con il glorioso Commodore 64, sul quale si diverte a scrivere semplici programmi in Basic e modificare giochi. Nel 1990 riceve in regalo il suo primo PC (i386), seguito un paio d'anni dopo da un i486dx. In questi anni affina le sue attitudini al problem solving, scassando hardware e software e divertendosi a rimetterlo a posto. ;) Diventa così "quello che se ne capisce" per i suoi familiari e amici, arrivando a collaborare con alcuni studi professionali per la gestione del parco macchine e dei server Windows. Finito il liceo, studia DAMS con indirizzo multimediale a Bologna e Imperia. Nel 2002, dopo un anno sabbatico a Londra, lavora come sviluppatore junior in un'azienda che produce software per database territoriali in ambito Pubblica Amministrazione. In questo periodo si avvicina con passione a problematiche sistemistiche e di network management su reti estese. Nel 2007 entra a far parte dello staff di Achab, per cui si occupa di formazione e supporto, in particolare riguardo a Kaseya, e gestione del parco macchine e della rete.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.