Email

MDaemon in un dominio con più sedi

06 Febbraio 2014

Se c’è la necessità di installare più server MDaemon in diverse sedi e di utilizzare lo stesso dominio di posta, bisogna settare alcune funzionalità particolari.

MDaemon di default non permette l’invio di posta a indirizzi aventi lo stesso dominio, ma che non siano stati configurati sulla macchina: ciò per evitare che il server sia utilizzato per creare Spam.
Ci sono due possibili soluzioni: una più generale e una che è implementabile se tutte le sedi hanno MDaemon come server di posta.

Procedura generale


Questa procedura è applicabile sia se le diverse sedi hanno tutte MDaemon, sia se solo la principale è un MDaemon.
Consideriamo il caso di due sedi. Il record MX del dominio gestito dalle due sedi punta all'IP della prima sede. 
La sede 1 gestisce gli account utente1@dominio e utente2@dominio; la sede 2 gli account account3@dominio e account4@dominio.
Una email spedita all'account utente3@dominio sarebbe cestinata dal server ricevente, per impostazione predefinita, in quanto indirizzata a un utente che non è configurato localmente. Ecco che la prima operazione da fare è modificare le impostazioni di MDaemon per accettare questi messaggi. Questo si ottiene semplicemente da Security > Security Settings > Relay Control togliendo la spunta dall'opzione "SMTP RCPT address must exists if it uses a local domain".




Una volta accettata la posta per utente3@dominio (e tutta quella destinata a indirizzi del dominio che non esistono su questa sede), occorre instradarla alla seconda sede. Questo si ottiene da Setup > Server Settings > Unknown Mail, togliendo la spunta dalle prime tre opzioni, abilitando la sezione Enable advanced options e inserendo l'IP della seconda sede nel campo "Send the message to this host".

Leggi l'intero articolo di Knowledge Base.

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.