Email

Meglio non cancellarla, prima o poi potrebbe servirmi

25 Gennaio 2016

Questo è il primo sintomo di una nuova malattia, molto diffusa fra chi usa i computer: tenere tutte le email, anche quelle che non servono.

Conservare tutte le email è una consuetudine terribile che hanno in tanti.

Perché prima o poi questa abitudine causerà un problema, e questo non può essere ignorato.
Il primo aspetto deleterio di questo vizio che attanaglia tutti gli accumulatori compulsivi di email è che il server sarà più lento e il tuo Outlook sarà più lento.

E Outlook potrebbe diventare così lento da bloccarsi.
 


 
Il test per capire se sei un accumulatore compulsivo di email
Avendo aiutato molte persone a guarire da questa sindrome, possiamo darti una checklist in modo che tu possa fare da solo un’autodiagnosi per identificare se anche tu sei afflitto da questa malattia:
 

  • ti vengono i brividi e sudi freddo quando cancelli un’email?
  • ha più di 5 cartelle e sottocartelle per organizzare la tua inbox?
  • quando avvii Outlook al mattino, è così lento che intanto ti puoi bere il caffè?
  • di fronte a una email pensi “Mi potrebbe servire un domani”?

 
Se hai risposto sì ad almeno una delle domande precedenti, allora devi andare avanti a leggere l’articolo.
 
Abbi la forza di rinunciare all’archiviazione di Outlook

Talvolta gli accumulatori compulsivi di email vengono colti dal dubbio che forse hanno qualche problema con l’email e cercano un rimedio.

Il rimedio che spesso viene utilizzato però non è la cura adatta: scelgono quasi sempre di utilizzare l’archiviazione email integrata in Outlook.

Questo perché gli archivi di Outlook sono facilmente soggetti a degrado e corruzione.
Non solo, ma posso essere persi facilmente (basta perdere il PC) è in ogni caso sono consultabili solo attraverso quello specifico PC.

Avvertenza: se sei un accumulatore compulsivo di email, l’archiviazione di Outlook non è la soluzione!
 
La giusta archiviazione  
L’archiviazione delle email attraverso MailStore è la corretta cura per chi soffre di accumulazione compulsiva di email.
Infatti archiviando la posta elettronica con MailStore si previene:

  • l’ingrossamento sistematico delle mailbox;
  • la lentezza di Outlook;
  • il rischio di perdere email se il PC o il server di posta non sono disponibili;
  • il rallentamento del server.

 
E tutto questo senza rinunciare alle proprie email.
Infatti, dopo aver installato MailStore:

  • l’archiviazione delle email inizia istantaneamente e anche il pregresso viene archiviato (puoi infatti importare i file di Outlook);
  • la tua casella di posta potrà essere finalmente messa a dieta;
  • non solo potrai continuare a consultare gli archivi direttamente da dentro Outlook, ma anche se ti trovi su un PC differente potrai avere accesso al tuo archivio di posta elettronica.

 
Cosa aspetti? Metti MailStore alla prova.
 

(Tratto dal blog di ZenSoftware)

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.