Antivirus e sicurezza

Mirror Shielding: una nuova tecnologia per proteggere i dati dei tuoi clienti

07 Luglio 2020

Immagina di essere in ufficio con i tuoi colleghi per un meeting importante durante il quale dev’essere elaborato un nuovo piano aziendale che richieda qualche giorno di brainstorming prima di essere implementato.

Primo giorno: il team-leader decide di usare una lavagna per scrivere dati e informazioni relativi il piano, a fine giornata i colleghi si salutano.

Secondo giorno: stesso iter.

E così facendo per i giorni successivi.

A meno che il piano non sia stato inciso nella pietra, capirai bene quanto il progetto sia di facile accesso anche ad altri dipendenti dell’azienda e quanto sia ancora più facile che possa essere modificato, rubato o addirittura cancellato nonostante magari siano stati adottati accorgimenti per evitare la catastrofe.

L’unico modo per proteggere sul serio i dati scritti sulla lavagna sarebbe quello di vestire quest’ultima con un involucro trasparente magari di vetro o di plexiglass.

In questo modo chi provasse a manomettere il piano aziendale, comprometterebbe solamente il rivestimento, il contenuto sarebbe salvo e potresti continuare a lavorare al piano in tranquillità semplicemente rimuovendo l’involucro.

E se questo tipo di protezione esistesse anche per i PC?

Mirror Shielding: cos’è e come funziona

Lo scenario di cui ti ho parlato poco fa non è fantascienza.

Esiste davvero una nuova funzionalità, chiamata Mirror Shielding, che consente di preservare qualsiasi tipo di dato contenuto in un PC, senza alcun bisogno di antivirus o altra soluzione di protezione, semplicemente ponendo una barriera di protezione che impedisce di apportare modifiche dirette ai file.

Nel caso in cui un applicazione tentasse di modificare direttamente un file protetto, queste modifiche verrebbero reindirizzate e archiviate su di un overlay, una sorta di “schermo trasparente”. Per ripristinare il file originale basterà quindi rimuovere l’overlay, cancellando tutte le modifiche che erano state salvate su di esso.

Questa specifica azione viene chiamata ripristino delle modifiche ed è utile anche per annullare le modiche apportate personalmente ma che non si desiderano o salvate per errore.

Scommetto che stai già pensando ciò che sto per scriverti…

Si, tu e i tuoi clienti potrete dire finalmente “addio per sempre caro ransomware”!

Questo è possibile perché, esattamente come nell’esempio della lavagna, i dati crittografati vengono salvati su uno schermo trasparente ma non vengono davvero compromessi

Ti basta quindi un click per rimuovere l’overlay e tornare allo stato precedente.

Un sogno vero? Guarda tu stesso.

La soluzione

Va bene, non ti faccio aspettare oltre.

La soluzione che utilizza questo approccio del tutto innovativo, si chiama NeuShield Data Sentinel e secondo me dovresti seguirmi per scoprire di più!

Tratto dal blog di NeuShield Data Sentinel

Autore
Claudio Panerai
Gli ultimi prodotti che vi ho portato, nel 2020: Vade Secure Il primo sistema antispam/antihishing/antimalware basato sull'intelligenza artificiale e appositamente progettato per Office 365. Naturalmente a misura di MSP. ID Agent Piaffaforma che consente agli MSP di monitorare le credenziali (proprie e dei clienti) che sono in vendita nel dark web.
Nato a Ivrea nel 1969, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Scienze dell’Informazione nel 1993, ha dapprima svolto numerose consulenze e corsi di formazione per varie società per poi diventare responsabile IT per la filiale italiana del più grande editore mondiale di informatica, IDG Communications. Dal 2004 lavora in Achab dapprima come Responsabile del Supporto Tecnico per poi assumere dal 2008 la carica di Direttore Tecnico. Giornalista iscritto all’albo dei pubblicisti, dal 1992 pubblica regolarmente articoli su riviste di informatica e siti web di primo piano. E' stimato da colleghi e clienti per la schiettezza e onestà intellettuale. Passioni: viaggi, lettura, cinema, Formula 1, sviluppo personale, investimenti immobiliari, forex trading. Claudio è anche su LinkedIn e Facebook.
Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato, lo utilizzeremo solamente per inviarti la notifica della pubblicazione del tuo commento. Ti informiamo che tutti i commenti sono soggetti a moderazione da parte del nostro staff.